Picchia e costringe la compagna a indossare il velo islamico: arrestato un 31enne a Catania

Arrestato a Catania un uomo di 31 anni, Giuseppe D’Ignoti, con l’accusa di riduzione in schiavitù, violenza sessuale continuata, sequestro di persona, maltrattamenti e lesioni personali gravissime. Più volte, infatti, avrebbe picchiato la compagna e costretta, in quanto convertito alla fede musulmana, a indossare il velo, a pregare insieme a lui e a visionare video in cui uomini arabi uccidevano prigionieri occidentali ritenuti “infedeli”. Il tutto impedendole spesso pure di uscire di casa.

È quanto denunciato dalla stessa vittima lo scorso 22 settembre, dopo essere fuggita dall’ospedale catanese in cui si trovava ricoverata per l’ennesima aggressione e aver affrontato un lungo viaggio che l’avrebbe portata fin su a Torino, passando prima per Paternò e Napoli. Ed è proprio nel capoluogo piemontese che si sarebbe rivolta alla Digos, presentando una denuncia nei confronti del convivente.

D’Ignoti già in passato è stato condannato per il reato di violenza sessuale, lesioni e maltrattamenti nei confronti dell’ex moglie, ed è stato in carcere dal 2010 al 2015.

Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto