Mafia, maxi operazione contro il clan Rinzivillo di Gela: 37 arresti

Maxi operazione contro il clan mafioso Rinzivillo di Gela. In totale 37 gli arresti eseguiti tra Italia e Germania. Tra questi anche un avvocato romano e due carabinieri. I militari dell’Arma sarebbero accusati di accesso abusivo alle banche dati delle forze dell’ordine per passare informazioni riservate ai membri del clan, da sempre alleato dei Madonia e con i corleonesi. Il legale, invece, sarebbe stato il trait d’union tra i mafiosi e i professionisti. Sequestrati anche beni e società per 11 milioni di euro.

L’operazione, coordinata dalla Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo e disposta dalle Direzioni Distrettuali Antimafia di Roma e di Caltanissetta ha visto, in Italia, il coinvolgimento di ben 600 uomini, tra finanzieri e carabinieri appartenenti al Comando provinciale di Roma e poliziotti della Questura di Caltanissetta.

I 37 provvedimenti di custodia cautelare sono stati eseguiti nei confronti di presunti appartenenti al clan egemone a Gela, a quanto pare responsabili di plurime condotte criminali aggravate dal metodo mafioso. Più precisamente, gli arresti sarebbero scattati in Sicilia, Lazio, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna in Italia e due, ai domiciliari, a Colonia in Germania.