Ferrandelli su sconto tassa rifiuti: “Le sentenze non si commentano, ma si applicano”

“La sentenza della Cassazione offre un interessante spunto di riflessione che non si può non cogliere vista la situazione in cui versa la città”. È quanto dichiarato in una nota da Fabrizio Ferrandelli, consigliere comunale e componente della commissione Bilancio.

“Le sentenze non si commentano, ma si applicano. Lo sconto sulla tassa – precisa Ferrandelli – è un diritto di tutti quei cittadini che pagano, ma non ricevono un servizio efficiente. Va da sé che lo sconto si può applicare solo se si pagano le tasse, quindi non riguarda gli evasori né tantomeno può essere un incentivo a evadere le tasse.

D’altro canto non possono essere tartassati sempre e solo i cittadini onesti. Ed è proprio per questo motivo – spiega il consigliere – che uno sconto sulla tassa può invece incentivare da un lato i cittadini a pagare e dall’altro stimolare l’Amministrazione a offrire un servizio migliore e puntuale.

Nelle prossime settimane – aggiunge – avvieremo un confronto con le categorie per rivedere, dopo la sessione di bilancio, le tariffe per le varie categorie, come ad esempio quelle professionali che oltre a buttare carta (differenziabile) e toner (ritirati da apposite società) pagano tariffe troppo elevate.

L’obiettivo finale è quello di ridurre l’evasione, prevedendo di far pagare tutti, ma di far pagare meno e soprattutto – conclude Ferrandelli – che il Comune faccia la propria parte, nel rispetto dei cittadini che pagano”.

Pin It on Pinterest