Lo scandalo Università? Le stesse nostre accuse del 1990

Navarra e scandalo università
Ottavio Navarra

Era il 1990 quando sulle scale dell’ingresso della facoltà di Giurisprudenza di Palermo attaccammo un manifesto che riportava gli organigrammi delle allora cattedre, dimostrando che erano luoghi nei quali vigeva il nepotismo più assoluto: mogli, amanti, parenti a gogò. Il merito una parola declamata senza valore. Altro che ascensore sociale. Sempre e ovunque era così? No. Ma questa era una regola larghissimamente applicata. L’accesso a qualsiasi ruolo passava dall’antica catena mediovale del vassallaggio.

2017. Università di Palermo. Una inchiesta travolge pezzi importanti della sua università. Le accuse? Nella sostanza quello che noi denunciavamo già circa 25 anni fa. Nessun mistero in questa inchiesta ma un metodo largamente applicato resistito negli anni e che svela quanta strada ci sia ancora da fare.

Eppure è qui in Sicilia che si è pensato di puntare sulla classe accademica come modello di competenza e qualità. Ed allora chiedo: quali iniziative i Magnifici che si sono succeduti hanno messo in atto per arginare questi fenomeni? È ovvio che occorrerebbe riformare l’intero sistema del reclutamento e che questo compito non sia affidato a singole figure ma, e lo dico con sincera curiosità, cosa è stato fatto in questa direzione?

Qui da dove vi scrivo, è la terra con l’indice più alto di abbandoni scolastici, dove la rete scolastica è inadeguata e insufficiente, dove il tempo pieno è una chimera, dove il diritto allo studio non ha neanche un suo testo organico, dove sono state tagliate borse di studio e di ricerca, dove i dottorandi diminuiscono, dove i neo laureati volgono immediatamente lo sguardo oltre l’isola.
E tutto ciò malgrado tanti, insegnanti, docenti universitari, personale impegnato nella filiera scolastica fa tutto il possibile ogni giorno e con sacrifici enormi e che è stato umiliato in tanti recenti provvedimenti legislativi.

Nell’avvio di questa mia esperienza regionale non fu un caso, e non lo è oggi, a maggior ragione, l’avere annunciato che uno dei primi atti sarà il deposito all’Ars di una legge organica sul diritto allo studio in Sicilia. Chi ha responsabilità deve comunque sapere che è per loro che suona la campanella, per la loro ignavia e il loro girarsi dall’altra parte.

Ustica, presentato il ‘Progetto Jemanjá, una foto per domani’

Nell’ambito del programma della Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee, è stato presentato, al Centro Accoglienza dell’Area marina protetta (AMP) Isola di Ustica, il “Progetto Jemanjá, una foto per domani” di Achille Zaoner, Renato Mancuso, Luana Jungman e Roberta Messina. Il “Progetto Jemanjá”, ...
Leggi Tutto
ong migranti archiviata indagine

Migranti, il gip di Palermo archivia l’indagine sulle Ong

Nessun legame tra le organizzazioni e i trafficanti di esseri umani libici. Il gip di Palermo, accogliendo la richiesta della Dda del capoluogo siciliano, ha archiviato l'indagine sulle Ong Golfo Azzurro e Sea Watch. Sono stati esclusi i legami tra ...
Leggi Tutto
Operazione congiunta di Polizia Municipale e Carabinieri a Palermo: sequestrati oltre 110 chili di pane in viale Campania e in zona Policlinico

Sequestrati oltre 110 chili di pane a Palermo: elevate sanzioni per 7.900 euro

Gli agenti del nucleo controllo attività commerciali su area pubblica della Polizia Municipale in un’operazione congiunta con i Carabinieri della compagnia San Lorenzo hanno sequestrato oltre 110 chili di pane in viale Campania e in zona Policlinico. In viale Campania ...
Leggi Tutto
Palermo, al Teatro Zappalà la prima edizione di Vokalist. Da un'idea di due concorrenti di X Factor

Palermo, al Teatro Zappalà la prima edizione di Vokalist. Da un’idea di due concorrenti di X Factor

Appuntamento il prossimo 7 luglio, al Teatro Franco Zappalà di Palermo, con la prima edizione di Vokalist 2018, presentata dall'Associazione Culturale Umami. Un evento unico in Sicilia, durante il quale 15 cantanti, 60 ballerini e acrobati daranno vita ad un grande ...
Leggi Tutto