Siracusa, per otto anni costretta a restare a casa tra minacce e violenze: arrestato il marito

Nuovo caso di violenza sulle donne. Questa volta nel Siracusano. La vittima è una 28enne, costretta da circa otto anni a restare in casa in condizioni di schiavitù, autorizzata a uscire solo per la spesa, e a subire violenze fisiche e psicologiche dal marito. L’uomo, un marocchino di 35 anni, è stato arrestato dai Carabinieri di Cassibile.

Sarebbe stata la donna a riuscire, dopo l’ennesimo episodio di maltrattamento alla presenza del figlio minorenne, a denunciare il marito. Drammatico il suo racconto: a parte le continue minacce di morte e violenze, la 28enne sarebbe stata costretta, infatti, a interrompere anche tre gravidanze.

Pin It on Pinterest