Gruppo Bulgarella, oltre 17.000 presenze straniere in arrivo in Sicilia nel 2018

Previsto in Sicilia un flusso di oltre 17.000 turisti, francesi e tedeschi, da inizio aprile a ottobre 2018. Questo grazie a più accordi commerciali che il Gruppo Bulgarella, azienda leader nel settore dell’edilizia da oltre cent’anni, sta chiudendo con diversi operatori stranieri che garantiranno un indotto sul mercato siciliano attraverso appositi voli charter, il cui atterraggio avverrà all’aeroporto Falcone Borsellino di Palermo. E questo ben oltre il periodo estivo.

Tali operazioni coinvolgeranno la Tonnara di Bonagia, resort che torna dal 2018 in gestione diretta al gruppo e che, per l’occasione, vedrà un restyling di camere e struttura. “Abbiamo portato a termine delle trattative importanti sia per la nostra società che per il turismo siciliano, che in virtù del clima favorevole, aprendosi ulteriormente ai mercati stranieri, può vivere una stagionalità più lunga e garantire un indotto importante su tutto il territorio”, dichiara Ray Lo Faso, direttore generale del comparto alberghiero del gruppo. E ancora: “Stiamo portando avanti svariate iniziative per incrementare le presenze di turisti nel territorio, puntando sull’unicità delle location, tutte di alto profilo e legate alla storia della nostra terra. Il valore aggiunto sarà – conclude Lo Faso – la cultura dell’ospitalità e l’enogastronomia a chilometro zero”.

Il Gruppo Bulgarella è un’azienda che da sempre si impegna nel recupero di edifici storici per la realizzazione di importanti strutture ricettive. Ad oggi ne conta 22 in tutta Italia. Con il marchio Sicily Suite, in territorio siciliano commercializza in gestione diretta: I Mulini Resort a Erice mare, sorto da un’azione di recupero di una vecchia salina, con la sua splendida suite ricavata all’interno di un mulino affacciato sul mare, la Tonnara di Bonagia, vecchio borgo di pescatori sormontato dalla torre saracena che ospita il Museo della Tonnara, e Palazzo Platamone, il city hotel 5 stelle di prossima apertura a Trapani, che sorgerà all’interno dell’antico palazzo Ottocentesco. Un totale di oltre 500 posti letto nel Trapanese che coniugano unicità e storicità delle location per un’ospitalità siciliana di classe e cultura.