Bagheria, obbligo di firma per il sindaco Patrizio Cinque: “Attacco ad orologeria”

sindaco BagheriaObbligo di firma per il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque (M5s), a causa di un’inchiesta della Procura di Termini Imerese sulla gestione del servizio dei rifiuti. Il provvedimento è stato notificato questa mattina dai Carabinieri. Sarebbero coinvolti anche diversi dirigenti e dipendenti del Comune, tra cui l’assessore all’Ambiente Fabio Atanasio. Cinque sarebbe accusato, tra le altre cose, di abuso d’ufficio, omissione di atti d’ufficio e, come apprende l’Adnkronos, turbativa d’asta.

“È un attacco ad arte, un attacco ad orologeria. Si mette dentro di tutto per attaccare un sindaco e un’amministrazione Cinque stelle a meno di due mesi dalle elezioni regionali”, ha dichiarato il primo cittadino di Bagheria. E ancora: “Siamo sereni, abbiamo sempre fatto ogni scelta alla luce del sole e per il bene della comunità e della città”.

In una nota Patrizio Cinque spiega, inoltre, che “nello specifico le indagini vertono su bandi di gara che riguarderebbero il noleggio di automezzi per la raccolta dei rifiuti” e, per quanto concerne il capo di imputazione contro il sindaco, l’affidamento della gestione del Palazzetto dello sport di Bagheria di proprietà della Provincia e un abuso edilizio di un parente del primo cittadino.

Pin It on Pinterest