Scrittrice scambiata per guida abusiva nelle Catacombe dei Cappuccini: multa annullata

“Si tratta della fine di un lungo incubo dai contorni kafkiani”, così commenta la scrittrice e giornalista Alessia Franco l’annullamento della multa di mille euro che i Vigili Urbani di Palermo le avevano notificato, nel 2014, perché scambiata per guida turistica abusiva all’interno delle Catacombe dei Cappuccini, di cui è addetto stampa. Secondo il giudice di pace Rosina Graziano, “mancano del tutto le caratteristiche peculiari dell’abuso della professione”.

Il tutto ha avuto origine, precisamente, da una visita degli alunni della scuola elementare Tesauro di Ficarazzi proprio presso le famose catacombe palermitane. In quell’occasione la giornalista aveva parlato del suo libro di favole “Le catacombe del mistero”, beccandosi successivamente la multa da parte dei Vigili. Da lì la presentazione del ricorso tramite l’avvocato Anna Alfano.

Ora, a distanza di tre lunghi anni, la decisione dell’annullamento della multa. Nelle motivazioni della sentenza il giudice esclude, infatti, che raccontare storie possa configurare l’esercizio del lavoro di guida. Oltretutto la giornalista non si sarebbe mai fregiata di questo titolo, non avrebbe ricevuto alcun compenso e la visita non sarebbe stata organizzata “con lo scopo di illustrare le caratteristiche culturali, storiche e artistiche delle Catacombe”. E poi occorre sempre riconoscere il “diritto di critica, di narrazione e di commento“.

Pin It on Pinterest