Tagliano querce secolari nel Parco dell’Etna: denunciate tre persone

Grave danno ecologico per il Parco dell’Etna. Tre braccianti agricoli di Biancavilla, un uomo di 52 anni e i due figli di 22 e 25 anni, avrebbero infatti tagliato all’interno dell’area protetta circa cento querce secolari. Precisamente a Monte Arso in territorio di Ragalna, al confine con Santa Maria di Licodia. Per i tre biancavillesi è scattata la denuncia a piede libero per furto aggravato, gli altri eventuali reati, inclusi quelli ai danni dell’ambiente, verranno contestati dalla Procura della Repubblica.

Stando a quanto riportato da Yvii24.it, a sorprenderli mentre stavano accatastando la legna sul cassone di un camion sarebbero stati i Carabinieri di Ragalna e Santa Maria di Licodia, lì appostati dopo aver ricevuto una segnalazione riguardante un precedente taglio di querce. Una volta che hanno denunciato i tagliaboschi, i militari avrebbero poi informato dell’accaduto la presidente del Parco dell’Etna, Marisa Mazzaglia, secondo cui “il taglio di querce secolari rappresenta una perdita incalcolabile per il nostro patrimonio boschivo”.

Pin It on Pinterest