Messina, figlio di detenuta mangia del topicida e finisce in ospedale

Ha ingerito parte di una bustina di topicida ed è finito in ospedale. È quanto sarebbe accaduto a un bambino di tre anni nella sezione femminile del carcere Gazzi di Messina, dove è detenuta la mamma di origini nigeriane e una sorella di poco più grande. Sottoposto a una serie di esami, il piccolo è adesso fuori pericolo. Ma il caso ha riportato in primo piano il problema delle madri recluse e dell’adeguatezza delle strutture in cui si ritrovano anche i loro figli.

Sull’episodio si è cercato da subito di fare chiarezza, per capire il tipo di sostanza ingerita dal piccolo, perché si trovasse lì, se il carcere fosse stato sottoposto a una derattizzazione e se fossero stati eseguiti tutti i protocolli di sicurezza. Stando a quanto riportato oggi da meridionews.it, a portare il veleno dentro la casa circondariale sarebbe stata un’agente di polizia penitenziaria, che ieri avrebbe confessato la propria responsabilità al direttore del Gazzi. La donna sarebbe stata sospesa dal servizio.

Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto