Elezioni Regione Sicilia, otto proposte di programma per Fabrizio Micari

È ormai ufficiale la candidatura a Presidente della Regione Siciliana del rettore dell’Ateneo palermitano Fabrizio Micari. A questo proposito vorrei approfondire in modo più esplicito un tema che di cui mi occupo da tempo e che ho ritrovato nelle Sue recenti dichiarazioni: quello delle competenze da formare e delle politiche giovanili come perno di sviluppo per la nostra regione.
Lo riferisco non solo al segmento della formazione terziaria, oggetto specifico dell’attività del rettore palermitano, ma a tutto il percorso dell’istruzione e della formazione, da zero anni alla laurea, di chi nasce e cresce in Sicilia.

La Sicilia nelle politiche giovanili e nei temi legati ai rendimenti e alla formazione sconta ritardi e divari dovuti a tanti motivi. Motivi storici, sociali, economici ma anche politici.

La politica locale non ha mai investito testa, risorse adeguate, politiche efficaci ed efficienti, sull’educazione e sull’istruzione dei nostri ragazzi e delle nostre ragazzi, delegandola alle politiche nazionali, anche se lo Statuto Regionale in tale ambito concede ampie deleghe.

Vorrei riuscissimo a ribaltare il punto di vista e che la crescita dei ragazzi e delle ragazze non fosse più disegnata in funzione dei pensieri o delle esigenze degli adulti, ma fosse cucita addosso a loro, alle loro esigenze, educative prima e professionali poi, in funzione di un progetto territoriale economico, sociale e culturale preciso. Che mirasse a chiarire e a concordare una mission educativa che vada da zero anni alla laurea per dotarli, con onestà mentale e franchezza, di formazione adeguata all’oggi, non in senso utilitaristico o “piegato al mercato”, ma in senso pragmatico. Perché la scuola e la cultura devono essere utili, purché disinteressate, deve essere utile per toglierli da due destini egualmente nefasti: il non far nulla, per assenza di nuove competenze o per un mercato del lavoro asfittico e mal predisposto, o l’andare altrove per far qualcosa, perdendo competenze indispensabili a far smuovere gli ingranaggi.

Per fornire un serio contributo al programma di governo della Sicilia, occorre trovare le risposte su otto questioni-chiave su scuola, formazione e università. [Leggi tutto]

Giornate dell'economia del mezzogiorno

“Economia e legalità”, convegno all’istituto Pio La Torre a Palermo, per le Giornate dell’Economia del Mezzogiorno, giovedì 22 novembre

Nell'ambito delle Giornate dell'Economia del Mezzogiorno, XI edizione, giovedì 22 novembre alle 9,30 appuntamento all’Istituto scolastico "Pio La Torre" (Via Nina Siciliana 22 - Palermo) per l’incontro su "Economia e Legalità". Interventi di: Nicoletta Lipani, dirigente scolastico I.I.S.S. Pio La ...
Leggi Tutto
Make something week

Make Something Week, anche a Palermo la settimana di eventi promossa da Greenpeace in tutto il mondo contro il modello di consumo “usa e getta”

Una settimana di eventi-laboratorio gratuiti promossa da Greenpeace in tutto il mondo dal 23 novembre al 2 dicembre. Guidati da creativi e professionisti del settore, i partecipanti impareranno a riparare, riciclare, riutilizzare e dare nuova vita ad oggetti inutilizzati e ...
Leggi Tutto
Swingrowers, "Healing dance"

VIDEOCLIP – “Healing dance”, il nuovo brano della band Swingrowers con il featuring Davide Shorty, è online su YouTube

Una live session inedita in un’atmosfera dai colori vintage, contornata da una coreografia ispirata al fascino di Ginger Rogers e Fred Astaire. “Il brano porta con sè un messaggio di speranza - racconta la band formata da Roberto Costa aka ...
Leggi Tutto
Lucio Luca, “L’altro giorno ho fatto 40 anni”

“L’altro giorno ho fatto quarant’anni”, romanzo di Lucio Luca, ispirato alla storia del giornalista calabrese Alessandro Bozzo

“Non devi scrivere delle pallottole, quelle sono il meno. Prova invece a indagare sui padroni dei giornali in Calabria, sui rapporti con i partiti. E chi si azzarda a scriverlo, ad alzare la voce va a casa. Vuoi fare questo ...
Leggi Tutto

Mila Spicola

Direttore editoriale