Rosolini, morì dopo 18 giorni di agonia: arrestato il compagno

Non si trattò di un incidente domestico, ma di omicidio. Arrestato dalla Polizia di Pachino il compagno di Laura Pirri, 32 anni, morta lo scorso marzo al Civico di Palermo, dopo 18 giorni di agonia. Il tutto a causa delle ustioni riportate sul 40% del corpo dopo l’esplosione nella sua abitazione di Rosolini, in provincia di Siracusa, di una bombola di gas da campeggio.

Nei confronti dell’uomo, Sebastiano Iemmolo di 36 anni, è stato eseguita un’ordinanza cautelare in carcere per femminicidio, maltrattamenti in famiglia nei confronti di un minorenne e incendio.

Pin It on Pinterest