“Riempire lo scudocrociato”: Alongi, Figuccia e la tristezza targata Udc

Piero AlongiFa male al cuore dei nostalgici sentire dire che la parola d’ordine nel centrodestra è “riempire l’Udc”. Ma come, il vecchio scudocrociato che in Sicilia è sempre stato simbolo di potere, gli eredi della gloriosa Dc, il contenitore di diavoli e acquesante e per questo emblema di una politica inclusiva, il partito di parroci e parrocchie che anche quando non raccoglieva più percentuali bulgare imponeva il suo presidente allo sfacciato stradominio berlusconiano, adesso ha bisogno di essere riempito?

Una volta si diceva che la sola presenza dello scudocrociato nella scheda elettorale valesse il 2% e forse anche per questo chi ce l’ha in comodato d’uso si affaccia in Sicilia. Ma senza fidarsi troppo, a quanto pare. La percezione è che sia rimasto il contenitore, ma i voti (residui) stiano da un’altra parte. Di fianco, se si pensa al Cantiere Popolare di Saverio Romano, sulla riva opposta se si guarda in direzione di Giampiero D’Alia. Tuttavia, nessun tentativo di fusione a freddo, la gelosia che nasconde l’esigenza di sopravvivenza ne ha sconsigliato persino il tentativo.

E a riempire questo contenitore ci pensa la regia occulta che è sbagliato supporre abbia esclusivamente le iniziali G.M, perché sia Piero Alongi che Vincenzo Figuccia, i primi 2 nuovi crociati di un certo peso, hanno fatto percorsi autonomi per quanto compatibili con la logica del “grande manovratore”.

Figuccia ha voluto rompere con Forza Italia, avrebbe potuto accasarsi direttamente nella lista di Musumeci, ma ha preferito un approdo meno estremo. Alongi ha lasciato Alfano e prima che lo facesse qualcun altro ha bussato alla porta di Lorenzo Cesa, consapevole che l’unica possibilità di rielezione passa da un doppio ostacolo: contribuire a superare lo sbarramento e prendere un voto in più dei suoi nuovi compagni di classe. Entrambe missioni tutt’altro che scontate.

Genio di Palermo, al via il concorso fotografico per celebrarlo

Dopo la celebrazione della "Giornata del Genio di Palermo", svoltasi venerdì scorso a Palazzo delle Aquile, in coincidenza con l'anniversario dei moti del 12 gennaio 1848, prende il via un'altra iniziativa promossa dall'Amministrazione comunale per celebrare il nume laico della ...
Leggi Tutto
Marco Pomar, vice presidente della Waterpolo Palermo, replica al M5S: "Senza le società sportive la piscina comunale sarebbe chiusa da anni"

Piscina comunale chiusa nel pomeriggio, manca assistenza ai bagnanti

"Ci scusiamo per il disagio" è ormai una frase ricorrente per gli utenti della piscina comunale. Anche oggi, 15 gennaio 2018, all'ingresso dell'impianto è stato affisso l'ennesimo cartello che annuncia la chiusura nel pomeriggio, nell'orario tra le 13 e le ...
Leggi Tutto
Crescendo, quinta edizione del concorso per giovani talenti della musica

Crescendo, quinta edizione del concorso per giovani talenti della musica

Crescendo, il concorso nazionale per giovani talenti della musica nato nel 2014 e organizzato ogni anno dalla Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, giunge alla sua quinta edizione. Una grande opportunità di visibilità per chi vuole cimentarsi in repertori che spaziano dal ...
Leggi Tutto
Vittorio Sgarbi

Sgarbi: “Reggia di Caserta utilizzata per matrimoni o feste? In passato regge, ville e palazzi servivano proprio a questo”

Hanno suscitato polemiche le nozze da record festeggiate qualche giorno fa con un ricevimento alla Reggia di Caserta, la residenza reale più grande al mondo, dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità. La splendida reggia che Carlo di Borbone re di Napoli commissionò ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest