Si sente male durante la dialisi e poi muore. I familiari danneggiano reparto al Cervello di Palermo

Una donna muore dopo essersi sentita male durante la dialisi e alla notizia i familiari vanno in escandescenza, inveendo contro i medici e distruggendo il reparto. È accaduto all’ospedale Cervello di Palermo, dove, per riportare la calma, sono dovute intervenire tre pattuglie della polizia.

La paziente in questione aveva 58 anni ed era cardiopatica. “Durante la dialisi – spiega la direzione dell’ospedale – sono sorte complicazioni cardiache che hanno richiesto il trasferimento a Cardiologia, all’unità terapia intensiva coronarica, il 29 agosto. È stata assistita immediatamente, le è stato subito impiantato un pacemaker temporaneo e ha continuato a fare la dialisi nel reparto. La donna è stata monitorata costantemente con la massima professionalità da parte dei medici del reparto”. Poi, mercoledì scorso, il peggioramento e, quindi, il decesso: “Tre medici cardiologi l’hanno assistita e per più di un’ora hanno effettuato un intervento di rianimazione”, spiegano ancora dal nosocomio palermitano. Ma per la donna non c’è stato più niente da fare.


Widget not in any sidebars