Ansia? Colpa dei batteri dell’intestino

Riequilibrare i batteri che proliferano nel nostro intestino potrebbe essere molto presto il nuovo modo di curare ansia e depressione, i due mostri neri che affliggono migliaia di persone in tutto il mondo, rendendo molto amara e difficile la loro vita. Una speranza in tal senso viene fornita da uno studio condotto dall’Università di Cork, in Irlanda, e pubblicato qualche tempo fa sulla rivista scientifica Microbiome.

In particolare, secondo i ricercatori irlandesi esisterebbe un collegamento tra il microbiota intestinale e alcuni regolatori dei geni nel cervello (detti microRNA), che giocano un ruolo chiave, per l’appunto, nell’ansia e in malattie correlate. Tesi confermata prendendo in esame dei topi e scoprendo che i microRNA cambiavano negli animali liberi da microbi. Topi quest’ultimi tenuti in una bolla libera da germi e in genere con comportamenti ansiosi o simili. E a quanto pare, stando sempre alla ricerca, le zone del cervello più influenzate da questi processi sarebbero l’amigdala, che gestisce le emozioni, e la corteccia prefrontale, entrambe implicate nello sviluppo di ansia e depressione.

Pin It on Pinterest