I 2 segreti del Palermo: il trio del gol e la difesa blindata

Una vittoria importante perché sottolinea che il Palermo, nel bene e nel male, ha lavorato con serietà e dedizione durante la fase di preparazione della stagione.

Lo Spezia non è più quello delle ultime 2 stagioni, ma in fondo l’esame per gli uomini di Tedino prescindeva dalla caratura dell’avversario. Bisognava portare a casa i 3 punti e la missione è stata portata a termine senza eccessiva fatica.

Il Palermo conferma una qualità già emersa in Coppa Italia: la fase difensiva, dopo anni di disastri, è molto più accurata, c’è maggiore attenzione complessiva alla fase di non possesso e questo produce risultati. Si temeva per il rendimento dell’attacco per via di uno schieramento in cui sono soltanto 3 gli uomini con propensione offensiva. Il gol nei primi minuti di Trajkovski ha di fatto annullato tale verifica. E del resto il tempo non mancherà. Intanto si rivede sotto porta un sano cinismo – lo dimostra il gol di Nestorovski e il trio d’attacco dimostra d’essere già oltre il rodaggio. Il Barbera ha eletto Coronado a nuovo idolo. Non c’è dubbio che buona parte delle fortune del Palermo passeranno dai piedi dell’ex trapanese il cui unico limite è semmai di natura fisica.

Pin It on Pinterest