Messina, scatta l’allarme squalo: avvistamento nelle acque di Fiume Guardia

Prima l’allarme lanciato il mese scorso, adesso la conferma: gli squali sempre più frequentemente cominciano a fare rotta versi i mari siciliani, ma stavolta a ridosso delle spiagge frequentate dai bagnanti. Colpa del riscaldamento delle acque, sostengono i biologi marini. Il nuovo avvistamento è avvenuto nello specchio d’acqua antistante Fiume Guardia, una dei tratti di mare più frequentati a nord di Messina. A lanciare l’allarme è stato l’equipaggio di una delle barche utilizzate per la pesca al pesce spada che avrebbe notato la caratteristica pinna dello squalo a non più di un centinaio di metri dalla riva. I pescatori hanno provato ad allontanare lo squalo lanciandogli arpioni, tentando di portarlo verso il mare aperto.

Prontamente è intervenuta anche una motovedetta della Capitaneria di Porto, perlustrando il tratto di mare compreso tra Messina e Sant’Agata di Militello, dove spesso viene praticato windsurf. Agli sportivi nautici, ma anche ai sub e ai pescatori dilettanti è stata raccomandata “massima prudenza” in considerazione che ancora non è esclusa l’ipotesi di altre presenze di squali nelle acque di Messina.

Pin It on Pinterest