Elezioni Sicilia, al voto il 5 novembre. Il Presidente eletto potrà non avere la maggioranza all’ARS

Per la prima volta il 5 novembre 2017 saranno eletti solo 70 deputati all’Assemblea Regionale Siciliana. La legge costituzionale n° 2 del 7 febbraio 2013 ha infatti diminuito di 20 il numero dei componenti dell’ARS, che fino alla più recente legge regionale (nº 7 del 3 giugno 2005) era stabilito fossero 90.  La legge costituzionale ha voluto esprimere la volontà di ridurre i costi della politica. Ma le attuali norme per le elezioni, pur prevedendo un “premio di maggioranza” nell’assegnazione dei seggi, in aggiunta a quelli conquistati dalle liste collegate al futuro governatore nei nove collegi provinciali, non assicurano al presidente eletto di disporre effettivamente di una maggioranza in Aula a sostegno della propria Giunta di governo.

Seggi e premio di maggioranza, come si eleggono i 70 deputati all’ARS

Elezioni Sicilia - Deputati ARS per collegi provinciali
Elezioni Sicilia 2017 – I deputati all’ARS diminuiscono di numero, da 90 scendono a 70. Nella tabella la ripartizione dei 62 seggi su 70 in proporzione alla popolazione dei singoli collegi provinciali. Altri 6 seggi sono attribuiti secondo il meccanismo del “premio di maggioranza”. Gli ultimi 2 deputati sono rispettivamente il presidente eletto e il primo dei non eletti tra gli altri candidati governatore.

Il Parlamento siciliano avrà 62 deputati su 70 scelti attraverso liste provinciali e un eventuale voto di preferenza, con un sistema proporzionale per collegio e uno sbarramento del 5% per ciascuna lista sul totale regionale dei voti validi espressi.
Faranno parte dell’ARS anche il Presidente della Regione eletto e il più votato candidato alla presidenza non eletto.
Infine, i restanti 6 seggi andranno attribuiti come possibile premio di maggioranza, ma solo qualora le liste collegate al nuovo governatore non abbiano eletto almeno 42 deputati. In questo caso saranno eletti un numero di candidati della più votata lista regionale (listino del governatore eletto) pari a quello necessario a fare avere alla coalizione vincente un numero massimo di 42 deputati, oltre al presidente eletto.

Il “premio” alla minoranza: quelli tra i 6 seggi che non fossero necessari per farne ottenere complessivamente almeno 42 in Aula alla coalizione dalle liste collegate al nuovo Presidente (nel caso fossero già 42, anche tutti e sei), saranno distribuiti tra le liste di minoranza.

Potrebbe facilmente accadere, in presenza di più candidati alla presidenza, che anche attribuendo l’intero premio di maggioranza alla lista del candidato vincente, questa possa comunque non raggiungere la maggioranza dei 70 deputati (36 seggi), come accadde nel 2012. Per garantire la governabilità della Giunta, sarebbe così necessario allargare la coalizione vincente ad altre forze politiche.

Elezioni regionali Sicilia 2017. Viene proclamato eletto alle cariche di Presidente della Regione e di deputato all’ARS il capolista della lista regionale che consegue il maggior numero di voti validi in ambito regionale (legge regionale nº 7 del 3 giugno 2005)

Il meccanismo elettorale prevede che ciascun candidato alla carica di Presidente della Regione sia il capolista di una lista regionale (listino) che deve comprendere sette candidati deputati, incluso il capolista. Ciascuna lista regionale deve essere collegata ad almeno cinque liste provinciali. In ciascuno dei nove collegi viene eletto un numero di deputati proporzionale alla popolazione.
È possibile il voto disgiunto per una lista regionale e una lista provinciale ad essa non collegata.
Se si vota però solo per la lista provinciale, il voto viene assegnato anche alla lista regionale collegata.

lettera a babbo natale

Poste Italiani ai bambini, ancora due giorni per scrivere a Babbo Natale e ricevere una sorpresa

Tutti i bambini che scriveranno la loro letterina riceveranno una sorpresa e l’invito a scaricare un app per giocare con disegni e lettere animate  Anche quest’anno torna la “Posta di Babbo Natale” la tradizionale iniziativa di Poste Italiane dedicata ai ...
Leggi Tutto
Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto

Dario Fidora

Direttore editoriale