Elezioni regionali Sicilia, ecco come finirà

Se sarà confermata la corsa a sei per la presidenza della regione (SU-MdP-RC con Navarra, PD-AP-LISTA ORLANDO con Micari, FI-UDC-AUTONOMISTI con Armao, FdI-NoiconSalvini con Musumeci, il Megafono con Crocetta, M5S con Cancelleri) – e con il partito più forte quello dell’astensione – si determinerà di fatto una forte parcellizzazione del voto con un vincitore senza maggioranza come già accadde per Crocetta la scorsa volta.
Esclusa, quindi, l’ipotesi che una delle coalizioni in campo possa raggiungere da sola la maggioranza, gli scenari possibili sono tre, i primi due nel caso di vittoria del M5S, il terzo se vince una delle altre forze in campo.
Chiunque vinca che non sia il M5S avrà da definire una coalizione larga. Bisognerà vedere quanto e come. Se vince Musumeci si presenterà il tema dell’allargamento al M5S o al centrodestra. Se vince Micari o Armao la soluzione sarà più facile e rientrerà nelle normali logiche vissute fino ad oggi dalla politica siciliana e italiana. [Leggi tutto]

Pin It on Pinterest