Ad Expo Astana si rappresenta Spazio Sicilia, video installazione sull’innovazione energetica

Expo di Astana, Kazakistan. La video installazione Spazio Sicilia illustrerà l'innovazione energetica dell'Isola
Expo di Astana, Kazakistan

Expo Astana, l’esposizione internazionale sulla Future Energy che si svolgerà fino al 10 settembre in Kazakistan, “è una grande occasione per le imprese siciliane che fanno dell’energia un elemento importante della Strategia regionale per la specializzazione intelligente”, afferma l’assessore regionale delle Attività produttive Mariella Lo Bello, “ una vetrina unica per le tante imprese siciliane del settore, continua, che in quella sede potranno esprimere una Sicilia terra di innovazione e grandi potenzialità”.
L’assessore Lo Bello presenterà la partecipazione della Sicilia all’Expo di Astana, giovedì 24 alle ore 11.00 dalle frequenze di Radio In 102. Sarà accompagnata da Salvo Cuccia, dipendente regionale e regista che ha curato la video installazione, insieme a Domenico Sciajno che ne ha curato le musiche, catturando immagini di differenti spaccati di Sicilia, che alternano ed integrano paesaggi naturali ed impianti di produzione di energie rinnovabili, avvalendosi di un drone e rilevando suoni anche in presa diretta.

Spazio Sicilia a Expo Astana, videoinstallazione di Salvo Cuccia e Domenico Sciajno

“Spazio Sicilia” ad Astana Expo è ideato da Salvo Cuccia, regista, insieme a Domenico Sciajno, musicista, artista del suono. Entrambi provengono da aree sperimentali. In questo progetto di installazione interattiva Salvo Cuccia ha coinvolto Domenico Sciajno che da molti anni dedica la sua ricerca al suo progetto “Biosonologia”. Dal canto suo il regista ha al suo attivo una lunga attività nel campo delle videoinstallazioni e delle applicazioni in particolare ai beni culturali.
L’idea è di sfruttare il potenziale evocativo della narrazione filmica e paesaggistica mettendolo in relazione alla ambientazione sonora. La suggestione e la stimolazione visiva data dalle immagini esalta il rapporto intimo e di immersione che si crea tra opera e fruitore generando nella mente di quest’ultimo sinapsi e attivazioni neuronali che si manifestano in veri e propri flussi di energia (tema dell’Expo di Astana) misurabile elettricamente attraverso dei sensori (elettroencefalogramma).
Salvo Cuccia ha girato in molte parti della Sicilia avvalendosi principalmente di riprese effettuate con un drone, tra paesaggi naturali e impianti di produzione di energie rinnovabili e ne rileva anche i suoni in presa diretta con cui compone una colonna sonora composta da suoni reali e cui si sovrappone il lavoro sperimentale di Domenico Sciajno.
Per sottolineare questo intenso rapporto tra suono e immagine, Sciajno crea l’ambientazione sonora dal vivo ed in tempo reale avvalendosi degli impulsi provenienti dalla attività cerebrale e dalle espressioni facciali rilevate dal fruitore dell’opera durante la visione delle immagini. I visitatori sono infatti invitati ad indossare un caschetto dotato di un sensore posto sulla fronte in corrispondenza del lobo frontale sinistro (zona dedicata alla elaborazione del pensiero e degli stimoli motori), che rileva i dati relativi alla attività cerebrale e a quella dei muscoli che controllano le espressioni facciali per poi inviarli ad una applicazione software messa a punto da Sciajno. Questo applicativo dopo avere analizzato i dati ne fa una mappatura capace di realizzare complesse strutture sonore in tempo reale.
Sciajno offe così una lettura in tempo reale degli stimoli biofisici scaturiti dalla visione delle immagini che, alternando fruizione passiva a fruizione attiva, modulano la produzione e l’elaborazione del suono creando ambientazioni sonore ed atmosfere musicali astratte e visionarie ma profondamente e intimamente connesse al dispiegarsi alle immagini e ai suoni naturali proposti da Cuccia.

Pin It on Pinterest