Catania, rimpatriato marocchino di 34 anni perché troppo violento

Rimpatriato dalla Polizia di Catania, dall’aeroporto di Fiumicino, un marocchino di 34 anni, Mohamed Belkamoun, perché considerato particolarmente violento. La pericolosità dell’uomo sarebbe stata evidenziata anche dalle autorità diplomatiche marocchine in Italia, che avrebbero agevolato l’iter del rimpatrio.

Belkamoun – coniugato fittiziamente con un’italiana e già con precedenti per violazione di domicilio, danneggiamento, furto e uso di stupefacenti – era stato arrestato lo scorso 6 marzo per violenza, minaccia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e porto di armi od oggetti atti ad offendere. Il tutto dopo aver preso a calci e a pugni, senza alcun motivo, alcuni agenti in servizio all’Ufficio immigrazione, minacciandoli inoltre di tagliare loro la gola e di farli saltare in aria, e millantando di essere un esperto di arti marziali.

Pin It on Pinterest