La candidatura di Navarra: le prove per qualcosa di sinistra

Può piacere o meno il personaggio, ma Ottavio Navarra ha dimostrato all’intero arco della sinistra siciliana di essere una persona seria. Nel momento in cui dice di accettare la candidatura alla guida della Regione, ha voluto sottolineare che il suo atteggiamento è lontano dal personalismo. Il metodo della sua annunciata disponibilità poteva sembrare simile a quello di Crocetta, almeno sino al momento in cui ha pronunciato la frase che cancella ogni sospetto: “C’è bisogno della maggiore unità possibile, faccio appello a Sinistra Italiana e Articolo 1 ad unirsi a noi. Se lo faranno sono disponibile anche a rivedere la mia candidatura e a fare un passo indietro”.

Come dire: non ne faccio una questione di ruolo, per stare insieme posso essere uno dei protagonisti, non il protagonista. L’apertura dell’editore, che ha già un’esperienza da deputato regionale negli anni ’90, è significativa e contribuirà a fare chiarezza in un mondo che ancora sembra piuttosto frastagliato.

La dichiarazione di Navarra rende ancora più concreta e realizzabile l’ipotesi di un passo che pochi pensavano fosse possibile: la costituzione di una coalizione di sinistra “pura” (ma non necessariamente dura) alternativa a quella che il Pd sta faticosamente tentando di mettere in campo. Resta da vedere se il “libro” che Navarra intende mettere sul mercato avrà successo, se Sinistra Italiana e Articolo 1 recepiranno il suo appello verso l’unità. Un primo segnale positivo gli viene recapitato da Antonio Alamia, responsabile dei Articolo 1 nella Valle dello Jato, già assessore provinciale ai tempi della presidenza di Pietro Puccio. Uno della “vecchia scuola” che aveva gradito poco quella che sembrava una fuga in avanti di Navarra. E che oggi riconosce come fondamentale la sua disponibilità a riaprire i giochi.

“Un atto di grande responsabilità – sottolinea Alamia – perché fa prevalere le ragioni del noi. Che Navarra sia una risorsa è fuori dubbio e la sua apertura è la conferma che il dialogo è necessario. Il 22 agosto ad Enna si terrà la riunione del Comitato Regionale di Articolo 1, sarebbe opportuno che Navarra fosse con noi a discutere del futuro. Anche perché Articolo 1, sin dalla sua costituzione, è sempre stata casa sua”.

Alamia si spinge ancora oltre, auspicando anche il coinvolgimento di Leoluca Orlando. “Il sindaco di Palermo è una risorsa per la sinistra siciliana, è stato ed è ancora oggi il protagonista di una stagione politica importante. Ma oserei dire che l’appello va rivolto anche a quei pezzi del Pd che si riconoscono ancora oggi nella sinistra e magari stanno soffrendo all’interno di un partito che ormai, nella migliore delle ipotesi, può definirsi di centro moderato. Parliamoci chiaro, è una chiamata collettiva rivolta a tutti coloro hanno a cuore le sorti della Sicilia. Non possiamo correre il rischio di lasciare la Regione nella mani di Musumeci o di questi apprendisti stregoni dei grillini”.

Pin It on Pinterest