Madre e figlia sequestrate a Catania: arrestati due somali

Sequestro di una donna somala e sua figlia minorenne
Doveva accompagnare due connazionali da Giardini Naxos a Milano. E invece un somalo ha sequestrato una donna e la sua figlia minorenne chiedendo un riscatto di mille euro. Il rapitore, assieme ad un complice, è stato arrestato a Piazza Armerina a seguito della denuncia della donna che era stata liberata e lasciata a Catania dopo avere consegnato 300 euro.

La donna era arrivata in Sicilia a bordo di una nave della Guardia Costiera. Avvicinata dal connazionale, aveva accettato l’aiuto dell’uomo in vista del trasferimento a Milano. E invece, non appena giunti a Catania, il somalo ha rinchiuso la donna e la figlia in un appartamento costringendole a contattare la famiglia in Somalia per farsi inviare il denaro utile al riscatto.

Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto

ilGaz.it

Direttore editoriale