Misilmeri, la Famiglia diabolica di Toscano e il duetto noir con Tinaglia

Una famiglia diabolica - Salvo Toscano
Una famiglia diabolica, di Salvo Toscano

Una sbornia di parole, umorismo e atmosfere noir è quello che vi aspetta domani, 18 agosto, nello spazio Chiasso Verdi di Misilmeri per il sesto appuntamento della rassegna letteraria “Notturni d’autore“. In scena Salvo Toscano, giornalista e scrittore, che presenta Una famiglia diabolica, il libro che segna il ritorno dei fratelli Corsaro, alle prese con intricatissime vicende sullo sfondo di una Sicilia senza tempo. Uno cronista, l’altro avvocato: un dettaglio non irrilevante nella scelta del partner che dialogherà con l’autore, visto che si tratta del penalista Ennio Tinaglia, la cui vocazione per la scrittura è ormai ben nota a chi frequenta abitualmente i social. Un duetto per palati fini che non avrà repliche.

Le regole della rassegna sono chiare e da condividere: “Portatevi le sedie, come si faceva una volta quando la sera, davanti alle case, si stava tutti insieme a parlare fino a tardi, ricreando quella atmosfera di socialità che caratterizzava le piazze di una volta. Noi per conto nostro, terremo una sedia vuota per ricordare per ricordare tutte le donne vittime di femminicidi, aderendo anche quest’anno alla campagna Posto Occupato”. La firma in calce è di Antonella Folgheretti e Giuseppe Lo Bocchiaro, i due organizzatori di questa originale semina culturale che dovrebbe trovare tanti “fratellini” anche in contesti più larghi.

Folgheretti e Lo Bocciaro hanno selezionato, all’interno di Misilmeri, 8 itinerari difficili “per la loro intrinseca storia e per il loro essere ancora spazi in divenire” E questo si chiama “diritto alla città, la possibilità di passeggiare dentro recinti normalmente negati, di riempirli di voci e racconti, di farli nostri anche se per poche ore in attesa di una riapertura definitiva”.

Quelle di Notturni d’autore sono pagine di impegno civile e amore per la lettura. E l’entusiasmo è contagioso. Si prega astenersi se non si è disposti ad assorbire il virus.

Pin It on Pinterest