Palermo, La Gumina e Aleesami le buone notizie. Coronado indispensabile

La Coppa Italia consegna a Bruno Tedino alcune conferme e la certezza che è stato sufficiente il più breve ritiro della recente storia rosanero per dare un’identità al Palermo. La difesa sembra meno claudicante della passata stagione, l’esperimento di Struna perno centrale dovrà essere ancora verificato, ma il reparto complessivamente tiene. Altre buone notizie: La Gumina ha segnato il suo primo gol ufficiale con la prima squadra, Aleesami ha ritrovato lo smalto atletico dell’inizio dello scorso anno. Si è sentita l’assenza di Coronado e per questo appare poco opportuna la ventilata partenza di Lo Faso. Archiviata la Coppa Italia e l’ennesima delusione ai rigori, l’attenzione si sposta ancora una volta sul mercato e sulle vicende societarie. Su queste ultime sembra calata una certa rassegnazione, il calcio giocato e la passione per i colori rosanero ha fatto passare in secondo piano il clima di contestazione verso Zamparini. Sul fronte delle cessioni la solita pantomima del vecchio Zampa: “Spero che non debba andare via nessuno”. Come se non dipendesse da lui…

E infatti Rispoli e Lo Faso, proprio i due individuati per continuare a fare cassa, il campo non lo hanno toccato neanche a Cagliari. Per Rispoli la trattativa si protrarrà sino all’ultimo giorno di mercato perché gli acquirenti, conoscendo bene le intenzioni di Zamparini, proveranno a prenderlo per stanchezza e spendere il meno possibile. Sempre Genoa e Atalanta le due maggiori pretendenti per uno dei migliori terzini destri dello scorso campionato. Su Lo Faso c’è un inizio di pressing del Sassuolo, ormai interlocutore privilegiato del Palermo. Anche in questo caso sarà una guerra di nervi per quotazione e clausole contrattuali

Pin It on Pinterest