Sequestrati i cani affidati all’Aivac: 4 persone indagate

Quattro indagati e una trentina di cani sequestrati. A questo ha portato l’inchiesta riguardante l’affidamento – con un incentivo di 480 euro per ogni animale – di 32 ospiti a quattro zampe del canile di via Tiro a Segno all’associazione di volontariato Aivac, che lo scorso fine marzo ha scatenato non poche polemiche tra gli animalisti.

Notificati dal Corpo Forestale, su provvedimento del gip Nicola Aiello, quattro avvisi di garanzia al dirigente del Comune di Palermo Gabriele Marchese, al capoarea del settore Sanità Claudio Tedesco, al responsabile del canile municipale di via Tiro a Segno, Antonio Capizzi, e a Chiara Notaristefano, presidente e amministratore dell’Aivac. L’accusa è abuso d’ufficio. A essere sequestrati sono stati, invece, 17 cani a Ragusa e 15 a Petralia. Secondo gli inquirenti l’Aivac non avrebbe i requisiti per ricevere in affidamento gli animali.

Pin It on Pinterest