Il segreto per un matrimonio felice? Sposare un partner più giovane

Per un matrimonio felice meglio preferire un partner più giovane che coetaneo. Più alto è il divario di età tra i coniugi, maggiore sarebbe, infatti, la soddisfazione all’interno della coppia, soprattutto nei primi anni di vita insieme. E questo, stando a uno studio condotto dall’University of Colorado Boulder e pubblicato sul Journal of Population Economics, sarebbe valido sia per gli uomini che per le donne.

Tali conclusioni sono il frutto di 13 anni di osservazioni di dati riguardanti migliaia di famiglie australiane, per un totale di quasi 20 mila persone coinvolte. “Abbiamo scoperto che gli uomini sposati con mogli più giovani sono i più soddisfatti e quelli con donne più vecchie – spiega Terra McKinnish, co-autrice dello studio – i meno soddisfatti. Le donne poi sono particolarmente insoddisfatte quando sono sposate con mariti più anziani e particolarmente soddisfatte se hanno mariti molto più giovani”.

Ma se un gap di età elevato tra i partner è il buon presupposto per un matrimonio felice, è anche vero – questa è la brutta notizia emersa dalla ricerca americana – che questa soddisfazione coniugale è destinata a terminare. Precisamente dopo i 6-10 anni di vita coniugale. Le coppie caratterizzate da un forte divario generazionale si mostrerebbero poi, infatti, anche le meno resilienti dinanzi alle crisi e alle difficoltà economiche rispetto a quelle più omogenee.

Pin It on Pinterest