Presidenza del Consiglio Comunale, anche Ferrandelli voterà Orlando – Tantillo

Palermo oggi avrà il suo presidente del Consiglio Comunale. E anche il vice. Sarà Salvatore Orlando a cui sarà accoppiato il consigliere comunale con la maggiore esperienza, cioè Giulio Tantillo. Era ciò che voleva Leoluca Orlando, ma se tutto questo accadrà in parte sarà per il rinforzo che è arrivato dall’opposizione. Infatti a sostegno del candidato della maggioranza arriveranno anche alcuni voti dell’opposizione, almeno stando alle premesse di Fabrizio Ferrandelli.

“Non vogliamo che la città resti in ostaggio delle lotte all’interno della maggioranza di Orlando che in questo momento pensa alla campagna elettorale per le Regionali e a nient’altro. Con senso di responsabilità abbiamo deciso di votare il presidente proposto dalla maggioranza in modo che sia chiaro chi veramente vuole fare gli interessi della città. Non abbiamo voglia di perdere tempo dietro alle loro beghe interne, bisogna cominciare a lavorare e subito. Senza il nostro intervento si correva il rischio di rinviare ulteriormente l’inizio dei lavori d’aula”.

Quello che Ferrandelli chiama atto di responsabilità non si ferma qui, perché il voto favorevole si estende anche a Giulio Tantillo, l’uomo dell’opposizione più gradito ad Orlando, che dovrebbe riuscire a sedersi al posto della vicepresidenza, stante che il Movimento Cinquestelle voterà il proprio candidato sia per l’una che per l’altra carica, facendo venire meno anche l’ipotesi di un blitz a favore di un altro candidato (si parlava di Forello o Scarpinato).

Le parole di Ferrandelli saranno, più o meno, le stesse che saranno pronunciate in aula in termine di dichiarazione di voto. Bisognerà vedere chi aderirà alla sollecitazione del leader dei Coraggiosi. Sembra certa l’adesione di Alessandro Anello, meno quella di Cesare Mattaliano, secondo alcuni critico verso questa ipotesi, ma in genere ligio alla disciplina di gruppo.

L’unica cosa che sembrerebbe certa è che Totò Orlando non avrà la quasi unanimità di 5 anni fa (un solo voto contrario, quello di Antonella Monastra). E che Ferrandelli farà fatica a spiegare alla città che votare l’accoppiata gradita a Leoluca Orlando sia la migliore maniera per cominciare a fare opposizione.

Pin It on Pinterest