Il Palermo serve 5 gol in Coppa: tripletta di Trajkovski

Buona la prima. Il Palermo travolge la Virtus Francavilla nel turno di esordio in Coppa Italia. Più che il risultato serviva una prova in grado di coinvolgere quei tifosi che, nonostante Zamparini, hanno seguito con passione la prima uscita degli uomini di Tedino. Cinque gol ma soprattutto una voglia di giocare che ha cancellato ben presto un’estate di polemiche. Perché la verità è che quando si comincia a giocare anche il nemico più odiato che, paradossalmente è il proprietario della tua stessa squadra, passa in secondo piano.

Non è casuale la goleada, la differenza tecnica era un buon presupposto, ma spesso il calcio d’agosto ha riservato sorprese. La risposta della squadra alle sollecitazioni di Tedino è stata all’altezza, sia sotto il profilo tattico che della determinazione. L’uomo copertina è Trajkovski, già in eccellenti condizioni fisiche e rigenerato dalla posizione in campo che gli consente di restare più vicino alla porta. La tripletta è un segnale importante, così come l’intesa con Coronado, tra i più applauditi. Applausi anche per Chochev e questa è una notizia: suoi due assist e un costante apporto alla costruzione della manovra. Buono il debutto di Murawski, anche lui in gol e di Bellusci, ancora in ritardi di condizione e sostituito nel finale per un lieve infortunio. L’ultimo marcatore è Aleesami che in serie B potrebbe davvero rivelarsi un’arma letale

Pin It on Pinterest