La probabilità di trovare l’anima gemella è di una su 562

Trovare l’anima gemella non è solo questione di fortuna, ma anche di numeri: la probabilità di incontrare la propria metà, stando a uno studio britannico, è in media di una su 562. E i più fortunati in questa smaniosa ricerca, a dispetto di quanto si possa immaginare, sarebbero coloro di età compresa tra i 65 e i 74 anni, con la probabilità di una su 304 di trovare il partner che li completi contro quella di una su 1024 dei più giovani.

Per ottenere questi dati, i ricercatori dell’Università di Bath, con l’ausilio dell’esperta in matematica Rachel Riley, hanno preso in considerazione nei loro calcoli ben 18 fattori chiave, tra cui lo status, l’età desiderata, l’attrazione fisica e lo stato delle relazioni. Così facendo, è emerso che nel Regno Unito solo 84.440 persone sarebbero in grado di soddisfare le esigenze romantiche della persona media, su una popolazione adulta di oltre 47 milioni. E questo equivale, per l’appunto, a una su 562.

Ma è possibile fare qualcosa per aumentare le probabilità di trovare la persona giusta. Precisamente, come anche spiega il Daily Mail online, parlare con qualcuno in palestra aumenta la possibilità di incontrare l’anima gemella del 15%, bere dei drink dopo il lavoro del 16% e affidarsi ai siti di incontri on line, invece, del 17 per cento. Come si dice, la speranza è l’ultima a morire.

Pin It on Pinterest