Alcamo, incendio in un deposito di rifiuti. È allarme diossina

Un deposito per la raccolta differenziata dei rifiuti andato a fuoco ed è allarme diossina ad Alcamo. L’incendio, di cui ancora non si conosce la causa, è divampato ieri pomeriggio, le squadre dei Vigili del Fuoco sono ancora al lavoro per spegnerlo del tutto. Intanto, il sindaco Domenico Surdi ha emanato una nuova ordinanza con cui vieta di avvicinarsi al luogo del rogo e chiede ai cittadini di tenere gli infissi di casa chiusi, di limitare gli spostamenti e di evitare il consumo di ortofrutta prodotta nel territorio se non dopo accurato lavaggio.

L’incendio si è sviluppato nel centro di stoccaggio dell’imprenditore Vicenzo D’Angelo, in contrada Stasi. Il rogo ha provocato una densa nube nera che ha ricoperto tutta la città e visibile a diversi chilometri di distanza, in particolare dagli automobilisti in transito sull’autostrada A29 Palermo- Mazara del Vallo. Subito sono accorse sul posto diverse squadre dei Vigili del Fuoco provenienti sia da Palermo che da Trapani, oltre a mezzi del Comune e della Protezione Civile.

Durante l’incendio sarebbero andate a fuoco anche materie plastiche, da qui l’allarme per il rischio di sostanze tossiche. A tal proposito, l’ecologista Massimo Fundarò, che abita ad Alcamo ed è membro della direzione nazionale di Sinistra italiana, ha dichiarato: “Non c’è bisogno di attendere le analisi; la combustione della plastica sprigiona diossina, che è tossica sia per inalazione che per contatto. Le autorità devono, con urgenza, adottare le misure necessarie”. Stesso problema è stato sollevato da Bartolo Corallo, presidente Gruppi Ricerca Ecologica Sicilia, che ha chiesto un intervento immediato per verificare la qualità dell’aria e secondo cui si può parlare di disastro ambientale. Stamane il sindaco di Alcamo ha emanato la nuova ordinanza. Domani, invece, dai tecnici dell’Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) giungeranno i valori dell’aria.

malinconia, donna in riva al mare

Assostampa: “Trattare le notizie di suicidi con responsabilità ed evitando sensazionalismi”

Assostampa Trapani ha rivolto un appello ai colleghi giornalisti, affinché le notizie riguardanti i casi di suicidio vengano a trattate con responsabilità ed evitando i sensazionalismi. Il richiamo arriva in seguito al suicidio di una giovane di Marsala e di ...
Leggi Tutto

Come fratelli: dramma teatrale di mafia, amicizia e scelte

Nuove date per Come fratelli, il dramma in atto unico che andrà in scena il 19 luglio a Villa Filippina, a Palermo inizio spettacolo 21.30, e il 12 Agosto a Cinisi, alla Tonnara dell'orsa. Il testo, scritto da Giovanni Libeccio, vede ...
Leggi Tutto
Vucciria, La "Santa Morte" sfregiata

Sfregiato il murales “La Santa Morte” alla Vucciria

Atto vandalico a piazza Garraffello, in pieno centro storico a Palermo. È stato sfregiato il murales “La Santa Morte”, opera firmata da Igor Scalisi Palminteri, dipinta nel maggio scorso sullo spazio che si affaccia sulla celebre piazza della Vucciria. Nelle ...
Leggi Tutto

Rai Sicilia, Rino Cascio nuovo caporedattore. Gli auguri di Orlando

La Rai siciliana ha un nuovo caporedattore, è il giornalista Rino Cascio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando fanno gli auguri al neo caporedattore: "Un incarico importante - dichiarano -, carico di ...
Leggi Tutto