Gabriele Salvatores, la sublime arte della fuga dalla realtà

Gabriele Salvatores, regista e sceneggiatore, premio Oscar come miglior film straniero per “Mediterraneo” nel 1992, napoletano di nascita (30 luglio 1950) e milanese d’adozione. Studia al Piccolo Teatro di Milano e nel 1972 fonda il Teatro dell’Elfo. Il suo musical-rock messo in scena nel 1981, tratto dal “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare, diventa il suo primo lungometraggio nel 1983, “Sogno di una notte d’estate”.
Nel 1987 dirige il suo secondo film, “Kamikazen – Ultima notte a milano”, seguito nel 1989 da “Marrakech Express” e nel 1990 da “Turnè”. Con “Mediterraneo” (1991) vince l’Oscar come miglior film straniero nel 1992. Fra le altre sue regie, “Puerto Escondido” (1992), ”Sud” (1994) , “Nirvana” (1997, il film italiano di fantascienza più premiato dal pubblico), “Denti” (2000). Poi “Io non ho paura” (2004, David di Donatello, Nastro d’argento, Globo d’oro), “Quo vadis, baby” (2006), “Educazione Siberiana” (2013), e “Il ragazzo invisibile” (2015, David di Donatello, Ciak d’oro, European film award). L’elenco completo dei suoi film è qui.

Nel 1999 ha diretto il videoclip ‘Il mio nome è mai più‘, di Jovanotti, Ligabue e Piero Pelù.

Dalla cosiddetta “trilogia della fuga” (composta da Marrakech Express, Turnè, e Mediterraneo, idealmente proseguita nel 1992 da Puerto Escondido) emergono i temi prevalenti della fuga da una realtà che non si comprende o non si vuole accettare e della quale è inutile un proprio tentativo di cambiamento, la nostalgia del gruppo e il viaggio, inteso come privo di una predefinita destinazione.


Timeline del 30 luglio – Accadde oggi, a cura di Filippo Barbaro

1733 – La prima loggia massonica apre in quelli che diventeranno gli Stati Uniti
1792 – A Parigi viene eseguita pubblicamente per la prima volta la Marsigliese
1824 – Gioacchino Rossini viene nominato direttore musicale del Théâtre-Italien di Parigi
1945 – Esce a Torino il primo numero del giornale sportivo Tuttosport
2003 – In Messico l’ultima Volkswagen Maggiolino ‘vecchio tipo’ esce dalla catena di montaggio

I NATI OGGI

1511 – Giorgio Vasari, pittore, architetto e storico dell’arte
1818 – Emily Brontë, scrittrice e poetessa inglese
1863 – Henry Ford, imprenditore statunitense
1936 – Buddy Guy, chitarrista e cantautore statunitense
1941 – Paul Anka, cantante e compositore canadese
1947 – Arnold Schwarzenegger, attore, politico e imprenditore austriaco
1950 – Andy Luotto, attore, cantante e conduttore televisivo statunitense
1950 – Gabriele Salvatores, regista e sceneggiatore
1961 – Elio, cantante, compositore e flautista
1970 – Eugenio Corini, allenatore di calcio e ex calciatore
1979 – Diva Zappa, attrice statunitense

 

 

 

Giusi Diana

Public lecture con Giusi Diana: “Sesso, Denaro e Body Building. Atelier Biagetti tra arte e design”, anteprima di I-design ai Cantieri culturali

Evento dedicato ad Atelier Biagetti, il duo milanese formato dall'artista Laura Baldassari e dal designer Alberto Biagetti. "Sesso, Denaro e Body Building. Atelier Biagetti tra arte e design" è il titolo della public lecture con Giusi Diana, critica e storica ...
Leggi Tutto
Minchia, installazione luminosa

L’arte della “minchia” in Manifesta non convince tutti. Chiesto al sindaco Orlando chi paga, quanto costa e in che modo venga promossa l’immagine di Palermo

Sabrina Figuccia: “Manifesta” sdogana la minc…”. Ma quanto pagano i palermitani per queste follie artistiche?  Arte o, al limite, semplice goliardia? Figuccia non ci sta e chiede conto e ragione a Leoluca Orlando, per avere associato la parola minchia a ...
Leggi Tutto
"Alla deriva", di Duccio Facchini

“Alla deriva. I migranti, le rotte del Mar Mediterraneo, le Ong”. Camera dei Deputati, presentazione del libro di Duccio Facchini

Mercoledì 19 settembre 2018 alle ore 16 presso la sala conferenza stampa della Camera dei Deputati, presentazione del libro "Alla deriva. I migranti, le rotte del Mar Mediterraneo, le Ong: il naufragio della politica, che nega i diritti per fabbricare ...
Leggi Tutto
Viviana&Serena, "Volevo un gatto nero"

Volevo un gatto nero, ovvero i patti si rispettano…

Può una canzone dello Zecchino d'Oro trasformarsi in una operetta bonsai? Può l'accorato appello di una bambina a rispettare i patti diventare un'operina alla Roberto De Simone? La storia dei nostri giorni ha per protagoniste Viviana&Serena, duo intrigante che interpreta ...
Leggi Tutto