Io non mi sento italiana. Ridatemi identità e diritti

Non voglio più sentire parlare d’italia; non voglio più rispettare le sue leggi. Chi dice di rappresentarci non pensa agli interessi dei cittadini ma a servire padroni che vogliono annullare la nostra identità ed i nostri diritti.
Voglio vivere nella Terra dove sono nata e sentirmi libera di pensare, di sognare, di creare.
Voglio vivere in una società dove le regole siano facili e comprensibili a tutti. Dove l’essere umano capisca e rispetti valori come la Verità, la Giustizia, la Correttezza e l’Amore.
Voglio poter cancellare ogni legge, ogni regola che in atto vigono nella mia Sicilia e riscriverle ex novo nel rispetto della nostra identità, della nostra cultura e dei nostri valori.
Vorrei poter pulire la mia Terra da tutto il fango che ci ha vomitato l’italia e farla risplendere come oro al sole.
Vorrei poter volgere il mio sguardo a 360 gradi e vedere attorno a me solo bellezza, profumi e colori.
Vorrei poter vedere ondeggiare le messi dorate nel mese di giugno e sentire i vecchi canti della mietitura di quando ero piccola e le grida gioiose dei bambini che giocano nella paglia.
Voglio lottare con tutte le mie forze per riprendermi ciò che mi appartiene e poter gridare al mondo intero le meraviglie e la magia della mia Sicilia, finalmente libera, sventolando ai quattro venti la sua antica bandiera quale simbolo di Stato di nuovo sovrano.
Vorrei finalmente poter dire a mio figlio: ecco questa è la generosa e prospera Terra dove potrai costruire il tuo futuro e la consegno nelle tue mani.

 

Antonella Pititto

Siciliani Liberi

Pin It on Pinterest