La rivoluzione sessuale e l’enciclica che stabilì quando fare l’amore

L’enciclica Humanae vitae di Paolo VI fu pubblicata due mesi dopo gli eventi del maggio ‘68, che avevano proclamato, tra le altre cose, la “rivoluzione sessuale”. Alle spinte intellettuali e alle trasformazioni dei rapporti tra i due sessi successive alla Seconda Guerra Mondiale, si era aggiunta dal 1960 la scoperta scientifica che aveva reso concreta e irreversibile la rivoluzione sessuale: la pillola anticoncezionale. La Chiesa volle intervenire contro l’ideologia della rivoluzione sessantottina (e la possibilità fornita dalla scienza) di spezzare artificialmente e definitivamente il legame tra l’atto sessuale e la riproduzione. L’enciclica dichiarò non essere leciti i metodi per la regolazione della natalità (aborto, sterilizzazione, contraccezione), approvando solo quelli basati sul riconoscimento della fertilità della donna in ogni ciclo mestruale. In sostanza stabilendo quando era opportuno fare l’amore nel caso si volesse, responsabilmente, decidere di avere o non avere bambini.

L’attuale posizione cattolica è ancora in sostanza allineata con i principi espressi dalla Humanae vitae, il cui mancato rispetto viene visto come causa di gravi conseguenze morali e sociali: “Al giorno d’oggi constatiamo un’epidemia di malattie trasmesse sessualmente, un enorme incremento delle convivenze, la nascita di un bambino su tre al di fuori del matrimonio e l’aborto utilizzato da molti quando gli anticoncezionali falliscono. Non rispettare questo potere dell’amore matrimoniale di aiutare a creare nuove vite ha eroso il rispetto per la vita e la santità del matrimonio.”


Timeline del 25 luglio – Accadde oggi, a cura di Filippo Barbaro

1897 – Lo scrittore Jack London parte per unirsi alla Corsa all’oro del Klondike dove scriverà i suoi primi racconti di successo
1920 – Telecomunicazioni: prima trasmissione radio bidirezionale transatlantica
1968 – Papa Paolo VI pubblica l’enciclica Humanae Vitae
1978 – Nasce Louise Brown, la prima dei cosiddetti bambini in provetta
1984 – Svetlana Evgen’evna Savickaja, cosmonauta della Salyut 7, diventa la prima donna a camminare nello spazio

I NATI OGGI

1883 – Alfredo Casella, compositore e pianista
1928 – Biagio Agnes, giornalista e dirigente d’azienda
1953 – Gigi Marzullo, giornalista e conduttore televisivo
1963 – Sabina Guzzanti, attrice, comica e regista
1964 – Marco Betta, compositore
1985 – Francesca Chillemi, modella, attrice e personaggio televisivo

 

 

 

Pin It on Pinterest