Quelli che dicono “mai con il Pd”. Oh yes…

Spesso accade di leggere terminologie tipiche dello sport applicate alla politica, tipo “fare squadra” , “prendere in contropiede” e soprattutto “vincere” .
Vero è che nelle moderne democrazie basate su sistemi elettorali, vincere le le elezioni è l’obiettivo primario di qualsiasi forza politica, ma le similitudini in realtà si fermano qui, i due mondi sono totalmente diversi strutturalmente.
Nello sport vincere è quello che conta ma non sempre, la vittoria viene associata al trionfo assoluto dei tuoi schemi che in politica si chiamano ideologie o programmi o di un gioco divertente e spumeggiante.
Ai tempi del Mago trionfammo ovunque ma chi ricorda gli 1-0 stentati magari segnando al novantesimo? Ecco questa è una delle differenze che soprattutto nel mio campo “sinistro” rende impossibile il fare squadra di cui parlavo all’ inizio. Nella cultura di Sinistra o vinci ESATTAMENTE con le tue idee ed i tuoi schemi, trionfando ed annichilendo gli avversari o sei uno che fa inciuci, facile al compromesso, in una parola anzi due, venduto e traditore. Ora si da il caso che in Italia esistano in questa fase tre grandi famiglie politiche il PD, il centro destra, ed i 5 Stelle e che in nessuna di queste famiglie siano presenti i programmi di democrazia, accoglienza, welfare, difesa dei lavoratori e delle minoranze nel modo e nella misura in cui noi si crede. Ma a leggere cosa pensano i soloni della Sinistra la parola d’ordine è “mai con il PD“… e gli altri ?
Capisco… il PD ha governato malissimo sul piano delle politiche sociali, si è asservito alla UE su quelle economiche ed ha dovuto scendere a compromessi con Alfano su quelle dei diritti civili.
Ma con gli altri avremmo in agenda lo ius soli ? Avremmo una, pur pessima, legge contro la tortura? La corruzione ? Le unioni civili ? Tutte leggi in versione light… non si sa mai si incazzasse Angelino… ma con Grillo e Salvini dove saremmo ? Nie’… l’ argomento è sempre “mai con il PD” e non vorrei che a forza di praticarlo e con tutte le ragioni del mondo, si finisse col regalare il nostro 4/5% ottenuto dalla somma di tutti i micro partiti orgogliosamente indipendenti, al nulla, spianando la strada a vecchi e nuovi nemici della democrazia.
I nostri padri al tempo del governo di Brindisi dopo la svolta di Salerno si allearono con monarchici e democristiani per battere il fascismo non rinunciando né alla loro identità né alle loro idee, chiarendo che sarebbe stata una alleanza tattica e limitata nel tempo. Ma Togliatti e Nenni sapevano che, a volte, bisogna giocare per vincere anche per un piccolo, stentato ma indispensabile 1-0. Con affetto.

Mariolino

Giuliana Puma, premiata a Palazzo Mazzarino

“Il cavaliere e la morte” vince il concorso 100 libri per una scuola, premiata Giuliana Puma del liceo Garibaldi di Palermo

"100 libri per una scuola" è il concorso riservato agli studenti medi superiori delle città di "Panorama d’Italia", il tour organizzato dal settimanale Panorama di Mondadori sulle realtà imprenditoriali vincenti del territorio, per incontrare le persone e dialogare con loro ...
Leggi Tutto
A tinte forti, Parco delle Madonie

“Quattro donne”. A Villa Sgadari, Petralia Soprana, presentazione del libro di Carla Garofalo

Petralia Soprana - Nella favolosa settecentesca Villa Sgadari, sabato 20 ottobre 2018, alle 17.30, si presenterà il libro "Quattro donne” di Carla Garofalo, Qanat Edizioni ed arti visive. Converseranno con l'autrice, la giornalista Maria Giambruno e la scrittrice Mari Albanese ...
Leggi Tutto
Teatro del Fuoco Kids

Inizia Teatro del Fuoco Kids, lo spettacolo con il fuoco ed il corso di teatro per i bambini

Il Teatro del Fuoco Kids, nato come sezione del Teatro del Fuoco International Firedancing Festival, ha lo scopo di stimolare le emozioni del bambino, si realizza per il periodo di autunno ed inverno 2018/19 da Elementi Creativi di via Tommaso ...
Leggi Tutto
Festa dell'accoglienza alla scuola Antonio Ugo a Palermo

Cresce l’indignazione per le parole di odio e intolleranza verso la Festa dell’accoglienza a Palermo

Non si placano le polemiche sorte in queste ore a seguito dell’articolo sul quotidiano “La Verità”, diretto da Maurizio Belpietro, con cui Francesco Borgonovo esprime il suo particolare punto di vista sulla Festa dell’accoglienza organizzata dalla scuola Antonio Ugo di ...
Leggi Tutto

Mariolino Corso

Direttore editoriale