Una “dieta sostenibile” per perdere peso rispettando l’ambiente

Dieci consigli per perdere peso, facendo bene a noi stessi ma anche all’ambiente. È la “dieta sostenibile” studiata dalla Fondazione BCFN (Barilla Center for Food & Nutrition), per ritornare in forma in poco tempo pur nel rispetto nel nostro pianeta, visto che quello che mettiamo sul piatto rappresenta oggi uno dei principali fattori di inquinamento a livello globale.

Per un fisico al top, è bene aumentare il consumo di cereali integrali, come farro, orzo e riso, ma anche quinoa, miglio e amaranto, poiché forniscono energia a basso indice glicemico. A tavola non devono mancare mai nemmeno frutta e verdura, sia nei piatti principali che come spuntini, mentre va ridotto il consumo di carni e formaggio. Ottimi sostituiti delle proteine animali sono fagioli, lenticchie e fagioli, che possono essere consumati come hummus, insalate o in abbinamento con pasta e riso.

Anche il pesce andrebbe mangiato in dosi maggiori, meglio se quello azzurro pescato in maniera sostenibile nel nostro mare, come alici e sarde. Andrebbe ridotto, invece, l’utilizzo del sale, preferendo al suo posto erbe aromatiche come prezzemolo, origano, basilico, salvia, rosmarino, che sono ricchi di vitamine e sostanze antiossidanti. Altro consiglio: usare l’olio extravergine di oliva, sia per condire a crudo che per cucinare, ricco com’è di acidi grassi monoinsaturi, ma anche di tocoferoli e fitosteroli.

Mangiare una manciata di frutta secca al giorno non fa ingrassare e protegge l’organismo dalle malattie cardiovascolari. Succhi di frutta e bibite, invece, non dissetano ma anzi aumentano la sete e le calorie se assunti in maniera significativa: per dissetarsi meglio preferire l’acqua. Ma una dieta da sola non può bastare, per questo va sempre abbinata anche a del movimento. A tal proposito, spostarsi a piedi e in bicicletta potrebbe rappresentare una buona soluzione: favorisce, infatti, una perdita di peso salutare e riduce le emissioni causate dai mezzi di trasporto. Infine, per guadagnarci in salute e benessere, è bene ritrovare anche il piacere della lentezza e della convivialità.

Pin It on Pinterest