Fiammetta Borsellino: “Oggi ricordare è pretendere verità”

Ho avuto modo, appena qualche giorno fa, di parlare con Manfredi Borsellino. Una telefonata di pacate sottolineature rispetto alla posizione della sua famiglia in vista delle celebrazioni di via D’Amelio. Inevitabilmente si è finito col parlare di come ciascuno di loro, figlie e parenti di sangue di Paolo Borsellino, hanno vissuto e vivono il ricordo del giudice e dello stile improntato sulla massima sobrietà che da sempre la famiglia ha avuto.

In questi anni Manfredi e Lucia, loro malgrado, hanno avuto una sovraesposizione mediatica derivata dalla loro professione. Fiammetta Borsellino abbiamo imparato a conoscerla un mese fa quando forse per la prima volta ha parlato della storia di questi 25 anni successivi alla strage di via D’Amelio. E dei processi e di tutte le incongruenze, per usare un eufemismo, che li hanno accompagnati. Dai depistaggi a Scarantino, sino alla borsa e al mistero dell’agenda rossa. Un’intervista raccolta da Sandro Ruotolo, una storica firma del giornalismo d’inchiesta per conto di Fanpage.it. Un autentico pugno nello stomaco, un richiamo alle coscienze civiche, un implicito invito a continuare a battersi per dare risposte alle troppe domande inevase di quella stagione.


A 25 anni dal 19 luglio 1992, Fiammetta Borsellino, la figlia minore del magistrato Paolo Borsellino, parla in esclusiva ai microfoni di Fanpage.it in un’intervista a Sandro Ruotolo e ripercorre i ‘buchi neri’ e le ‘lacune’ delle indagini dei processi sulla strage di via D’Amelio. I depistaggi, le tante domande che non hanno ancora avuto risposta, il mistero dell’agenda rossa, i falsi pentiti che hanno inquinato la ricerca della verità: “Vogliamo la verità, non una qualsiasi verità. Forse i collaboratori dovrebbero emergere da altri ambiti”.

La Traccia, una spy story con venature esistenziali firmata Luciano Zaami

Perché un antiquario italiano vuole contattare il capo carismatico della resistenza al regime dittatoriale di una capitale europea? Per scoprirlo bisognerà seguire... La Traccia (o quanto meno bisognerà leggerla), il terzo romanzo di Luciano Zaami, scrittore nisseno oggi trapiantato a ...
Leggi Tutto
Enterogermina, ritirati cinque lotti di confezioni in via precauzionale

Enterogermina, ritirati cinque lotti di confezioni in via precauzionale

Sono stati ritirati dagli scaffali delle farmacie italiane cinque lotti di Enterogermina in capsule, medicinale da banco che viene utilizzato per ricostituire la flora intestinale. È stata la stessa casa farmaceutica produttrice del medicinale, la Sanofi, a ritirate in modo volontario ...
Leggi Tutto
graduatorie asili nido Palermo Un contributo pari a 500 mila euro che permetterà alle scuole paritarie, ai nidi d’infanzia pubblici o privati e alle scuole statali di avviare le sezioni primavera.

Asili Nido, approvate le graduatorie definitive per le iscrizioni dell’anno scolastico 2018/19

Il Dirigente del Servizio Attività comunali rivolte all'infanzia comunica che con Determinazione Dirigenziale n. 179 del 21.05.2018. pubblicata all'Albo Pretorio, sono state approvate le graduatorie definitive relative alle iscrizioni presso gli Asili Nido comunali per l’anno scolastico 2018/2019. Le suddette ...
Leggi Tutto
Dario Miceli

Al “Pala Don Bosco” il Memorial Dario Miceli, un torneo di pallavolo per ricordare il giornalista palermitano

Dario Miceli, giornalista palermitano e volto noto della Rai, era anche un apprezzato pallavolista. A un anno dalla sua prematura scomparsa, la famiglia e gli amici, insieme al mondo della pallavolo che Dario ha sempre frequentato, giocando nella serie A ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest