Agrigento, danneggiata la stele in memoria del giudice Livatino

Danneggiata stele LivatinoAlla vigilia del 25° anniversario della strage di via D’Amelio in cui rimase ucciso il giudice Paolo Borsellino, un altro atto vandalico è stato portato a segno per oltraggiare la memoria di chi ha perso la vita per il bene del nostro Paese. Questa volta è toccato alla stele in memoria di Rosario Livatino – alla periferia di Agrigento – di cui qualcuno, probabilmente con una pietra, ha spezzato il cerchio su cui c’era scritto il nome del magistrato.

A fare la scoperta sarebbe stato un operaio che stava passando dalle parti in cui si trova la colonna, mentre a dare la notizia dell’increscioso gesto sono stati i responsabili delle associazioni “Amici del Giudice Rosario Livatino” e “Tecnopolis” di Canicattì, che da anni organizzano iniziative in memoria del magistrato ragazzino ucciso da Cosa nostra il 21 settembre del 1990, proprio dove dopo è stata innalzata la stele.

Così come è successo per la statua decapitata di Giovanni Falcone davanti alla scuola a lui dedicata allo Zen di Palermo, immediata è stata sui social la reazione del premier Paolo Gentiloni: “Onore alla memoria oltraggiata del giudice #Livatino. Italia unita alla vigilia dell’anniversario della strage di #viadamelio”, ha scritto in un post su Twitter il presidente del Consiglio.

Intanto, giunge notizia che la stele commemorativa verrà ricostruita dall’associazione “Strada degli Scrittori”. L’ha reso noto il presidente Felice Cavallaro. “Ho già comunicato al prefetto di Agrigento Nicola Diomede la nostra volontà, lieto della decisione”, ha dichiarato.

Ancra Confcommercio: Subito micro aree ecologiche in Sicilia”

Dalle carte di credito con microchip ai bambolotti parlanti con cui giocano le bambine, dalle macchinine elettriche alle semplici prolunghe che tutti abbiamo in casa o ancora il piccolo telecomando per automazione, per fare alcuni esempi: da agosto prossimo saranno considerati RAEE ...
Leggi Tutto

“Graffiti”, a Palermo workshop di fotografia con gli spagnoli Riccardo Cases e Antonio Xoubanova

Workshop di fotografia a Palazzo Sambuca, a Palermo, con i fotografi spagnoli, di fama internazionale, Riccardo Cases e Antonio Xoubanova. L'evento, dal nome "Graffiti", rientra all'interno della rassegna Outer Circle, che si svolgerà per tutto il periodo della Biennale negli spazi di ...
Leggi Tutto
Il futuro della Sicilia sull'asse Palermo-Roma

Società a controllo pubblico, Armao: “Tema centrale nell’azione di governo”

Nell’ambito del convegno dal titolo -Le società a Controllo Pubblico- che si terrà nell’intera giornata di oggi e di domani a Villa Malfitano a Palermo, nella sessione pomeridiana odierna, con inizio alle ore 14.30, interverrà il Vice Presidente della Regione ...
Leggi Tutto

La Traccia, una spy story con venature esistenziali firmata Luciano Zaami

Perché un antiquario italiano vuole contattare il capo carismatico della resistenza al regime dittatoriale di una capitale europea? Per scoprirlo bisognerà seguire... La Traccia (o quanto meno bisognerà leggerla), il terzo romanzo di Luciano Zaami, scrittore nisseno oggi trapiantato a ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest