I fumetti di Guido Crepax, inimitabile maestro di potenza onirica ed erotismo

Guido CrepaxGuido Crepax inizia a lavorare con successo come grafico pubblicitario e illustratore sin da studente. Nel 1957, a ventiquattro anni, ottiene notorietà vincendo la Palma d’oro istituita da Sipra (ora Rai Pubblicità) per la sua campagna della benzina Shell, ancor prima di laurearsi in architettura nel 1958. Come illustratore ha creato centinaia di disegni per poster e copertine di riviste, libri e dischi, come Nel blu dipinto di blu di Domenico Modugno.

Nel 1965 nasce la rivista a fumetti Linus, su cui Crepax pubblica le storie di Valentina

Ma Crepax (il suo vero cognome era Crepas) è conosciuto soprattutto come autore di fumetti. Nel 1965 crea il suo personaggio più famoso, Valentina. È l’anno di nascita della rivista a fumetti Linus e Crepax pubblica sul secondo numero la storia “Neutron / La curva di Lesmo”, che ha come protagonista Philip Rembrandt, un critico d’arte con poteri medianici, come quello di paralizzare con lo sguardo. Il suo alter-ego è Neutron, e come investigatore dilettante riesce a risolvere strani misteri. La sua fidanzata è Valentina Rosselli, una fotografa che ha i tratti fisici dell’attrice statunitense del cinema muto Louise Brooks. Valentina diventa subito il personaggio principale, per le cui storie Crepax sviluppa gli elementi erotici, onirici e fantastici. Con Rembrandt ha un figlio di nome Mattia.
Lo studio del corpo femminile e dei nudi di Crepax ricorda per molti versi quello di Klimt. Molto personale ed efficace è l’organizzazione della singola tavola, l’uso delle inquadrature, lo studio dei particolari, la potenza del bianco e nero.

Crepax e i classici dell’erotismo, del mistero e del fantastico

Oltre Valentina, Crepax ha creato diversi altri personaggi femminili e ha disegnato diversi classici dell’erotismo, come Casanova, Histoire d’O, Justine, Emmanuelle. Ma anche le trasposizioni a fumetti di classici del mistero e del fantastico, come I delitti della via Morgue, Dracula, Dr Jekill e Mr Hyde, L’uomo invisibile.
Le opere di Crepax hanno una grande notorietà internazionale e sono state tradotte in molte lingue, tra cui il giapponese.
Nato a Milano il 15 luglio 1933, è morto a 70 anni nella sua città per una grave forma di sclerosi multipla, il 31 luglio del 2003.


Timeline del 15 luglio – Accadde oggi, a cura di Filippo Barbaro

1054 – Il cardinale Umberto, delegato del papa Leone IX, entra nella chiesa di Santa Sofia e pone sull’altare uno scritto in cui si accusavano i cristiani orientali di aver tolto il Filioque dal Credo. Lo scisma d’oriente è realtà
1799 – Nel villaggio egiziano di Rosetta, il Capitano francese Pierre-François Bouchard trova la Stele di Rosetta
2003 – La AOL Time Warner dismette la Netscape Communications Corporation, come conseguenza nasce Mozilla Foundation
2006 – Jack Dorsey lancia Twitter

I NATI OGGI

1606 – Rembrandt, pittore e incisore olandese
1820 – Rosolino Pilo, patriota
1848 – Vilfredo Pareto, ingegnere, economista e sociologo
1925 – Paolo Panelli, attore
1927 – Massimo Inardi, personaggio televisivo, parapsicologo e medico
1932 – Giuseppe Ferrara, regista e critico cinematografico
1933 – Guido Crepax, fumettista
1946 – Linda Ronstadt, cantante, compositrice
1956 – Joe Satriani, chitarrista statunitense
1961 – Forest Whitaker, attore, regista e produttore cinematografico statunitense
1963 – Brigitte Nielsen, attrice, modella e conduttrice televisiva danese
1982 – Laura Chiatti, attrice e modella
2001 – Giulia Salerno, attrice

 

Pin It on Pinterest