Palermo, decapitata statua di Giovanni Falcone

decapitata statua Giovanni FalconeDanneggiata la statua di Giovanni Falcone che si trova davanti alla scuola omonima di via Pensabene, nel quartiere Zen di Palermo.

Alcuni ignoti, entrati nel cortile dell’istituto scolastico, hanno staccato la testa ma anche una parte del busto. Poi avrebbero scagliato la statua contro il muro e la vetrata della porta d’ingresso, mandando quest’ultima in frantumi. Sull’accaduto, che si è verificato proprio a pochi giorni dall’anniversario della strage di via D’Amelio in cui perse la vita Paolo Borsellino, indaga adesso la Polizia.

Su Twitter il premier Paolo Gentiloni ha commentato così l’increscioso gesto: “Oltraggiare la memoria di #Falcone è una misera esibizione di vigliaccheria”.commento Gentiloni su statua decapitata di Falcone Sdegno anche del capogruppo Pd alla Camera Ettore Rosato: “Hanno distrutto la statua di Falcone a Palermo. Un gesto vigliacco, come sono i mafiosi, ma che non fermerà le sue idee “, come pure da parte del ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, che ha già contattato la dirigente della “Falcone”, Daniela Lo Verde, per esprimerle sostegno e per assicurarle che la statua verrà fatta subito restaurare. Per la Fedeli, inoltre, “la scuola non si arrende. Che chi la colpisce, provando ad attaccare un presidio di legalità e cittadinanza, non fermerà l’esercito delle educatrici e degli educatori, delle giovani e dei giovani che attraverso la scuola e grazie alla scuola riescono a riscattarsi anche in territori difficili”.

Pin It on Pinterest