Uno studio: “La curcuma? Non ha proprietà medicinali”

Spezia orientale, da sempre decantata per le tante proprietà medicinali, da quelle antinfiammatorie a quelle antiossidanti e anche antitumorali, la curcuma, in realtà, non avrebbe quei “poteri magici” ai quali finora si sarebbe creduto. Lo rivela, a dispetto di numerosi articoli e ricerche che in passato hanno evidenziato il contrario, uno studio americano pubblicato a gennaio sulla rivista scientifica Nature.

Il fraintendimento deriverebbe dal fatto che – come spiega Michael Walters, uno degli autori principali – la curcuma fa rilevare all’interno delle sue molecole un legame proteico che la indicherebbe efficace contro alcune patologie, mentre in realtà non è così. Più precisamente, sarebbe il suo principale principio attivo, la curcumina, a dare falsi positivi nei test usati per testarne le proprietà benefiche, facendola apparire erroneamente tra i più prodigiosi rimedi naturali.

Messi da parte gli effetti miracolosi, almeno che nuovi studi non si rimostrino più ottimisti, non rimane che continuare a utilizzare la bionda spezia almeno per rendere più colorati i nostri piatti.