Regionarie, gli uomini di Grillo scelgono il loro governatore

Oggi è la giornata che Beppe Grillo ha enfaticamente indicato come quella della “rivoluzione gentile dei siciliani”. Nove ore di Regionarie sulla piattaforma Rousseau per scegliere il candidato alla presidenza della Regione. Un gazebo virtuale che sarà un fondamentale banco di prova per la classe dirigente dei Cinquestelle siciliani, dopo il caso delle firme false, gli strascichi giudiziari e le polemiche che hanno portato alla sospensione e all’auto esclusione di buona parte di quei militanti che, specie, a Palermo hanno per anni rappresentato l’anima e la voce quasi esclusiva del Movimento.

Tra l’ondata di entusiasmo del 2012 – un successo clamoroso e inaspettato che portò gli uomini di Beppe Grillo per la prima volta dentro i Palazzi delle Istituzioni –  e oggi c’è di mezzo il flop di Trapani, la mezza delusione delle comunali di Palermo, la sensazione che vincere è possibile ma non più scontato come appariva sino alla primavera scorsa. Proprio le comunali di Palermo hanno tolto certezze e ne hanno regalato qualcuna in più alla coalizione che ruoterà attorno al Pd.

In ogni caso il giudizio che uscirà dalle Regionarie sarà, in prima analisi, legato al numero dei click. Perché se è vero che si tratta di una prova di democrazia diretta è anche vero che una legittimazione di scarsa portata numerica non sarebbe il giusto carburante per la corsa che attenderà il “prescelto”.

E a proposito del candidato governatore in pochi hanno dubbi: Giancarlo Cancelleri è il favorito numero 1. Anche perché il Movimento sembra ancora immune da giochi di alleanze che avrebbero potuto coagulare tutte le varie altre anime esistenti all’interno.

Sui meccanismi di voto è inutile soffermarsi, appartengono al lato fideistico della questione. Potranno esprimersi solo i militanti accertati. Al di là della facile ironia che la formula potrebbe provocare, resta però automaticamente fuori chi avrebbe interesse a “inquinare” il voto. A scegliere saranno solo quei militanti che hanno giurato fedeltà alla bandiera.

Per Beppe Grillo questa rivoluzione gentile parte da un dato numerico niente male: 700 sono i partecipanti alle Regionarie, “un dato non solo numerico che è indice di un grande cambiamento culturale”. E poi una stoccata ai due schieramenti che parte diretta e senza mascheramenti. “Noi domenica prossima ci incontreremo a Palermo per proclamare la nostra squadra e il nostro candidato presidente,  mentre gli altri litigano per i nomi che, probabilmente, arriveranno come sempre all’ultimo minuto”.

Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello: nelle Unità operative di Ematologia 1 e Oncologia si esibiranno Pierpaolo Petta e Aldo Oliveri

Musica nei reparti ospedalieri: arriva il duo Petta – Oliveri

Terzo appuntamento del ciclo di spettacoli nei reparti ospedalieri dell’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello. Alle ore 16 del 14 dicembre, nelle Unità operative di Ematologia 1 e Oncologia si esibiranno Pierpaolo Petta alla fisarmonica e Aldo Oliveri alla tromba. Il ...
Leggi Tutto
Filca Cisl Palermo Trapani Birgi, Stati generali dell'edilizia

Lavoro: gli Stati generali dell’edilizia all’aeroporto di Birgi

Si svolgeranno domani all’aeroporto di Birgi “Gli Stati generali dell’edilizia”, organizzati dalla Filca Cisl Palermo Trapani. Vi prenderanno parte fra gli altri: Giancarlo Guarrera, direttore generale Airgest, Paolo D’Anca, segretario generale Filca Cisl Palermo Trapani, Santino Barbera, segretario generale Filca Cisl Sicilia, Leonardo La Piana, segretario ...
Leggi Tutto
Flai Cgil, soddisfazione per la riprogrammazione dei fondi Pac su interventi contro il dissesto idrogeologico

Flai Cgil, soddisfazione per riprogrammazione dei fondi Pac su interventi contro il dissesto idrogeologico

La Flai Cgil Sicilia, con il segretario generale Alfio Mannino, esprime soddisfazione per la nuova programmazione dei Fondi Pac, 2009/2016, deliberata ieri dal Ministero per lo sviluppo economico, che prevede lo spostamento di risorse su interventi contro il dissesto idrogeologico ...
Leggi Tutto
La Gam (Galleria d'arte Moderna) di Palermo resterà chiusa il 13 dicembre a causa di un'agitazione sindacale di una parte del personale

Palermo, la Gam chiusa per sciopero

A causa di un'agitazione sindacale di una parte del personale, la Galleria d'Arte Moderna (Gam) "Empedocle Restivo" di Palermo domani 13 dicembre 2017 non sarà visitabile. Il servizio tornerà regolarmente operativo dal 14 dicembre. La Gam, oltre la sua collezione ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest