Radicelli, il Non-sindaco di Palermo

Radicelli non sindaco di PalermoÈ nato tutto quasi per scherzo, una sera, durante un caffè con le amiche. In concomitanza con le ultime elezioni comunali. All’ennesima domanda “Ma tu non ti candidi?”, Antonella Radicelli – imprenditrice palermitana di 45 anni, da anni impegnata nel sociale – ha deciso di dare una volta per tutte una risposta secca e ben precisa, che non lasciasse spazio ad alcun dubbio. E ha creato così la pagina Facebook dedicata a #iononmicandido, un gruppo di professionisti, perlopiù donne, che non vogliono fare politica ma che “si spendono per Palermo tutti i giorni da sempre”, recita lo slogan. Si legge pure “vota chi non ti chiede il voto”, perché non occorre per forza essere candidati per fare qualcosa di concreto. Come simbolo del “non partito” una rosa dal colore omonimo.

Antonella, al timone del team con il titolo di “non sindaco”, ha designato perfino i “non assessori”. Persone reali, che nella vita svolgono una professione oltre alle attività solidali. Tra questi, ad esempio, un direttore di banca che all’interno di questa sorta di Consiglio immaginario non poteva che occuparsi di Bilancio. Sullo stesso esempio, ogni altro “non candidato” come può mette a disposizione le proprie competenze e conoscenze per fare qualcosa di buono per il territorio. E per scambiarsi idee e opinioni, ogni mese sono previste delle riunioni. Insomma, sembra quasi un gioco, ma giocando giocando sono parecchi i progetti che chi fa parte di #iononmicandido sta portando avanti, e questo ancora prima della nascita del gruppo. “Un gruppo non contro la politica ma che vuole sostenere la buona politica”, tiene a sottolineare con fermezza la sua fondatrice.

Il “non sindaco”, ad esempio, attraverso piccole cooperative cerca di creare lavoro e offrire un impiego a chi ne ha bisogno, dai lavoretti manuali alla coltivazione della terra o alla lavorazione del miele, e sta portando avanti un progetto calcistico avente per protagonista una squadra formata da ragazzi tutti di colore, la Partinico International. Non a caso il bianco nero è il suo colore preferito, simbolo di socializzazione e integrazione, “perché per me – dichiara – non esistono differenze”.

Adesso che le elezioni comunali sono passate, #iononmicandido – che nel frattempo ha registrato diversi iscritti – non intende fermarsi. “Nostro obiettivo è farci conoscere come gruppo non politico. A differenza dei politici, noi – spiega la Radicelli – realmente riusciamo a fare qualcosa. Non abbiamo bisogno della poltrona per risolvere le cose”. Nessun suggerimento particolare ai candidati appena eletti perché “non sono niente e nessuno”, dice di sé. Una cosa sola tiene a precisare: “Serve un po’ di testa, un pizzico di cuore e della buona volontà per riuscire a fare tutto di più. Palermo è una città che merita tanto”.

Pin It on Pinterest