Lady Diana, la principessa del Galles che ancora il mondo ama

Diana, principessa di Galles
Diana, principessa di Galles

Vent’anni dopo, il tempo ha consegnato Lady Diana Spencer, la principessa triste, dalla cronaca al mito.
Le vicende della sua vita hanna avuto una notorietà maggiore di qualsiasi storia favolosa di principi e principesse sia mai stata raccontata. Le nozze da fiaba tra Diana e Carlo, principe di Galles ed erede al trono del Regno Unito, furono trasmesse in mondovisione e seguite da oltre 750 milioni di persone. In 600 mila riempirono le strade di Londra per vedere la sposa recarsi alla cattedrale di San Paolo a Londra. Il 6 settembre 1997, giorno del funerale di Diana, per le strade di Londra si riversarono circa 3 milioni di persone. Oltre due miliardi di spettatori seguirono la cerimonia in diretta dalle emittenti di tutto il mondo, rendendolo uno degli eventi televisivi più visti della storia.
Diana (1º luglio 1961 – 31 agosto 1997) era la figlia di John, VIII conte Spencer e pari del Regno Unito, discendente di Carlo II d’Inghilterra. Aveva conosciuto giovanissima il principe Carlo del Galles, nel 1977. Dopo il 1980 la stampa, scoperta la loro relazione cominciò letteralmente a perseguitare Diana. Il 24 febbraio 1981 fu dato ufficialmente l’annuncio di fidanzamento con Carlo e il matrimonio ebbe luogo il 29 luglio 1981.
William Arthur Philip Louis, dato alla luce il 21 giugno 1982, per volontà di Diana fu il primo erede al trono a nascere in un ospedale pubblico anziché a Palazzo. Il secondo figlio di Diana e Carlo, Harry Charles Albert David, nacque due anni dopo William.

John Travolta e la Principessa Diana alla Casa Bianca
John Travolta e la Principessa Diana alla Casa Bianca

Il 9 dicembre 1992, il primo ministro britannico John Major annunciò alla Camera dei comuni che il principe e la principessa di Galles avevano deciso di comune accordo di separarsi. La stampa pubblicò tutti i retroscena della loro separazione. Fu rivelato che Carlo e Camilla Shand, sposata nel 1973 con l’ufficiale dell’esercito Andrew Parker-Bowles, avevano iniziato da giovani una lunga relazione, che non si era interrotta durante i rispettivi matrimoni. Emerse anche una relazione tra Diana e il suo istruttore di equitazione, il maggiore James Hewitt. Furono rese note le trascrizioni di intercettazioni illegali tra i principi di Galles e i rispettivi amanti. Il 29 giugno 1994 Carlo confessò pubblicamente in un’intervista il suo tradimento con Camilla Parker-Bowles, affermando però che la loro relazione sarebbe iniziata solamente nel 1986, quando il matrimonio con Diana era ormai “inevitabilmente naufragato”. Oltre un anno dopo, Diana a sua volta, in un’intervista alla BBC ammise la sua relazione con Hewitt. Per spiegare il motivo del fallimento del rapporto con Carlo, riferendosi a Camilla pronunciò la famosa frase: “Eravamo in tre in questo matrimonio, un po’ troppo affollato”.
Il divorzio con Carlo venne ufficializzato il 28 agosto 1996. Mantenne il titolo di principessa del Galles, continuando a far parte della Famiglia Reale in quanto madre dell’erede al trono, perdendo solo il titolo di Altezza Reale.
Lady DDopo il giugno del 1996 Diana iniziò la sua relazione con Dodi Al-Fayed, ricco imprenditore egiziano.
Nel 1997 si impegnò in una serie di manifestazioni pubbliche, molto seguite in tutto il mondo, per impedire attraverso accordi internazionali la fabbricazione e l’uso delle mine anti-uomo.
Diana morì il 31 agosto 1997 a Parigi in un incidente automobilistico, in cui perse la vita anche il suo compagno Dodi Al-Fayed. L’auto in cui si trovavano entrambi, per sfuggire ai fotografi che li seguivano, si schiantò a forte velocità contro un pilastro di una galleria.
Una tesi complottista vorrebbe imputare la sua morte a chi voleva impedire il matrimonio tra Diana e Dodi, e l’eventualità che potessero nascere dei fratellastri, di fede musulmana, dell’erede al trono britannico. Questa e altre trame romanzesche vengono alimentate dalla forza del mito con cui la storia di lady Diana Spencer, la principessa triste, vive e vivrà per sempre nell’immaginario collettivo.


Timeline del 1 luglio, Accadde oggi, a cura di Filippo Barbaro

1861 – A Roma, inizia le pubblicazioni L’Osservatore Romano, fondato da due avvocati, il forlivese Nicola Zanchini ed il bolognese Giuseppe Bastia
1881 – Prima chiamata telefonica internazionale tra St. Stephen (New Brunswick) e Calais (Maine)
1905 – Italia: le neonate Ferrovie dello Stato (azienda nata il 22 aprile) riuniscono sotto un’unica amministrazione le reti ferroviarie Mediterranea, Adriatica e Sicula, dando vita alla prima rete ferroviaria nazionale statale italiana
1908 – Viene adottato il segnale SOS come segnale internazionale per la richiesta di soccorso
1967 – Le poste italiane introducono il CAP, il codice di avviamento postale
2004 – A San Giovanni Rotondo viene inaugurata ufficialmente la chiesa di Padre Pio
2005 – L’Italia dice addio al servizio di leva obbligatorio: la leva militare resta aperta solo a volontari

I NATI OGGI

1934 – Sydney Pollack, regista, attore e produttore cinematografico statunitense
1952 – Dan Aykroyd, attore, sceneggiatore e musicista canadese
1959 – Francesca Reggiani, attrice, comica e imitatrice
1961 – Carl Lewis, ex velocista e lunghista statunitense
1961 – Diana Spencer, Principessa di Galles
1967 – Pamela Anderson, modella, attrice e showgirl canadese
1971 – Missy Elliott, rapper, produttrice discografica e stilista statunitense

 

 

 

 

 

 

 

Mattarella in visita a Catania, inaugurazione del viale intitolato a Ciampi

Mattarella in visita a Catania, inaugurazione del viale intitolato a Ciampi

Visita oggi del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel quartiere di Librino a Catania, dove ha preso parte all’inaugurazione di viale Carlo Azeglio Ciampi. Alla cerimonia hanno partecipato anche il figlio dell’ex Capo dello Stato, Claudio Ciampi, il governatore della ...
Leggi Tutto
Spari contro centro ricreativo africano a Vittoria, indagano i Carabinieri

Spari contro centro ricreativo africano a Vittoria, indagano i Carabinieri

Sparati contro un centro ricreativo di persone nordafricane in via Senia a Vittoria, nel Ragusano, quattro colpi di pistola. Ad intervenire i Carabinieri, che stanno ascoltando alcuni testimoni. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, i colpi sarebbero stati sparati ...
Leggi Tutto
Senza né acqua né cibo, guardie zoofile Oipa salvano 10 cani in una villa a Mondello

Senza né acqua né cibo, guardie zoofile Oipa salvano 10 cani in una villa a Mondello

Dieci cani completamente abbandonati a se stessi, sporchi, senza né acqua né cibo e con evidenti ferite sanguinanti, sono stati trovati all’interno di una villa dismessa, costretti a vivere tra le loro feci, diversi rottami e senza un riparo, a ...
Leggi Tutto
Lezioni di cicloturismo, appuntamento il 19 gennaio con Ciclabili Siciliane

Lezioni di cicloturismo, appuntamento il 19 gennaio con Ciclabili Siciliane

Lezioni di cicloturismo, per trasformare un’attività ludica in un’opportunità economica, con effetti benefici per tutto il territorio siciliano. A tenerle l’associazione Ciclabili Siciliane, giunta al terzo appuntamento - previsto il prossimo 19 gennaio, dalle ore 19 alle 21, presso il ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest