Aeroporto di Palermo, la nuova area duty free è la seconda in Italia

La nuova area duty free dell’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino sorge negli spazi prima riservati agli uffici direzionali della Gesap, adesso dedicati ai passeggeri. La sala commerciale, a cui si accede una volta passati i controlli di polizia, con una superficie di oltre 900 mq è la seconda in Italia dopo quella dell’aeroporto di Fiumicino a Roma.
Ampio spazio ai prodotti siciliani: dal cioccolato di Modica alle creme e marmellate agli agrumi di Sicilia. E ancora, pistacchi di Bronte, pomodori secchi, paste di mandorle, conserve, salami dei Nebrodi e formaggio ragusano. Ci sono persino le scatole di cannoli e la cassata pre-surgelati che consentono il trasporto in aereo con la garanzia di fragranza all’arrivo. In vendita,  oltre 300 prodotti tipici locali e 120 vini siciliani.

Dopo l’apertura della nuova sala dedicata ai passeggeri a ridotta mobilità (PRM) e della nursery, è stata aperta una nuova sala controlli di sicurezza (700 metri quadrati che prima ospitavano uffici) con ulteriori quattro varchi; è stata sostituita la porta scorrevole della hall commerciale (terrazza) con una circolare che assicura il mantenimento del clima interno.

Nelle sale check-in c’è stato un cambio della pavimentazione. Nell’ultimo anno è stata aperta la nuova hall arrivi di oltre 3mila metri quadrati, i nuovi parcheggi lunga sosta (P3), la cappella multireligione, i nuovi banchi check-in dell’area arrivi. In aerostazione è stato dato ampio spazio alla musica e all’arte. Da quasi due anni, nella sala imbarchi c’è un pianoforte in pianta stabile a disposizione di tutti i passeggeri.

Entro il 2017 è previsto il nuovo servizio di prenotazione on line del parcheggio, opere di innovazione nell’area ristorazione e un nuovo layout della terrazza, con la nascita di un win bar (entro 30 luglio). Grazie alla provvista finanziaria ottenuta con l’intervento delle banche, è stata pubblicata la gara (scadenza 18 agosto, alle 14) per l’affidamento dei lavori di riqualifica della pavimentazione delle piste di volo 07/25 e 02/20, oltre alle opere accessorie, per un importo complessivo di quasi 20 milioni di euro.