La “Notte dei lunghi coltelli”: Hitler elimina tutti i suoi avversari, interni ed esterni al nazismo

A Bad Wiessee in Baviera, il 30 giugno 1934, durante la “Notte dei lunghi coltelli”, i vertici dell’organizzazione paramilitare nazista SA (Squadre d’Assalto) che si opponevano alla leadership di Adolf Hitler, furono arrestati, imprigionati e trucidati per suo ordine.
Le SA, chiamate “camicie brune”, erano il braccio armato del partito nazista. Guidate dal 1922 da Ernst Röhm ed Hermann Goering, erano state sciolte insieme al partito nazista nel 1923, dopo il tentativo di colpo di stato (putsch di Monaco) e all’arresto di Hitler.

Adolf Hitler e Ernst Röhm
Adolf Hitler con Ernst Röhm nel 1933 a Norimberga

Nel 1924 il partito nazista fu ricostituito e Hitler e Röhm furono eletti al Reichstag. Subito dopo la loro ricostituzione, nel 1925, dalle SA fu selezionato un gruppo d’élite comandato da Heinrich Himmler, le SS, come guardia personale di Hitler.
Le SA, guidate dal 1931 da Ernst Röhm, sostennero Hitler fino alla sua nomina a Cancelliere nel 1933. Ma Röhm voleva il riconoscimento delle SA nell’esercito come forza armata autonoma, rimanendone il comandante. Il rifiuto (1934) da parte dello Stato Maggiore dell’esercito acuì il contrasto tra Röhm e Hitler, accusato di essersi discostato dal progetto anticapitalista e rivoluzionario del partito delle origini, accordandosi al contrario con gli industriali ed il mondo dell’aristocrazia. Röhm e le SA, che rappresentavano l’ala più a sinistra del nazismo, non intendevano recedere dai loro propositi “rivoluzionari”, organizzando in autonomia parate, adunate e, spesso, aperte contestazioni nei confronti delle personalità più in vista del partito.
Himmler e Goering convinsero Hitler che le SA stavano preparando un colpo di Stato per esautorare il Fuhrer. Anche il presidente Hindenburg intervenne, informando Hitler che se le intemperanze delle SA non fossero cessate avrebbe dichiarato la legge marziale. La Notte dei lunghi coltelli fu organizzata dalle SS. Hitler arrestò personalmente Röhm. Il numero preciso degli oppositori ai nazisti trucidati non si conosce. Röhm fu ucciso in prigione con un colpo di pistola.
L’epurazione fornì a Hitler il pretesto per eliminare in tutta la Germania anche gli ultimi oppositori al regime, interni ed esterni al partito nazionalsocialista, che nulla avevano a che fare con le SA.


Timeline del 29 giugno – Accade oggi, a cura di Filipppo Barbaro

1934 – La notte tra il 29 e il 30 giugno ha luogo la cosiddetta notte dei lunghi coltelli, epurazione nazista dei vertici della Sturmabteilung e degli oppositori di Adolf Hitler
1995 – Lo Space Shuttle Atlantis si congiunge con la stazione spaziale russa Mir
2007 – L’iPhone, rivoluzionario telefono della Apple, viene lanciato sul mercato statunitense alle 18.00 ora locale, in tutti gli Apple Store.
2013 – Muore Margherita Hack.

I NATI OGGI

1620 – Masaniello, rivoluzionario
1798 – Giacomo Leopardi, poeta, filosofo e scrittore
1915 – Mario Carotenuto, attore cinematografico e attore teatrale
1929 – Oriana Fallaci, scrittrice, giornalista e attivista
1944 – Pietro Boccia, scrittore, sociologo e giornalista
1945 – Paola Gassman, attrice teatrale
1946 – Antonio Padellaro, giornalista, editore e saggista
1948 – Ian Paice, batterista britannico
1968 – Federico Zampaglione, cantautore, regista e sceneggiatore

 

 

 

Pin It on Pinterest