Napoli, va a prostitute e trova la moglie

Amara scoperta per un 51enne di Napoli che, andando a prostitute, domenica scorsa si è ritrovato a chiedere il prezzo della prestazione alla moglie, in minigonna e con i tacchi a spillo. Sembra la scena di un film comico, ma non lo è. Anche perché ne è conseguita una furibonda lite, per cui sono dovuti intervenire i Carabinieri.

A quanto pare, i due hanno dapprima trascorso la giornata con i rispettivi genitori e suoceri, come vogliono le buone consuetudini matrimoniali. Poi, di sera, l’uomo si è allontanato da casa per raggiungere – così avrebbe giustificato la sua uscita alla moglie 37enne – degli amici che non vedeva da tempo e dormire a casa di uno di loro. In realtà, l’intenzione era tutt’altra: andare a prostitute, ma in una zona della città diversa da quella in cui era solito fare.

Alla vista della prima sagoma femminile, Nicola S. avrebbe, quindi, abbassato il finestrino della propria auto, trovandosi davanti come prostituta la giovane moglie. L’attività scelta da qualche tempo da Clara T., approfittando delle continue assenze del marito. Da lì sarebbe scaturita una scenata di gelosia, che avrebbe portato l’uomo anche ad un’aggressione fisica nei confronti della donna.