La Sicilia che brucia e le cifre della vergogna

La Sicilia brucia, anche quest’anno, nei primi giorni di scirocco. Inutile tentare di capire oggi, con le fiamme che ancora propongono la loro devastante avanzata, se c’è una mano dolosa dietro il fuoco che sta divorando ettari di verde.
Ma è sicuro che ancora una volta il livello di impreparazione supera la decenza. Ciò che è emerso, nella prima fase di esame delle responsabilità appare vergognoso. Mezzi di soccorso inagibili per guasti meccanici o addirittura per mancanza di benzina, nessun elicottero dedicato, disponibilità solo dei mezzi aerei della Protezione Civile nazionale che servono anche Sardegna e Calabria. Ciò a fronte di un contingente di risorse umane di grande entità: 6.500 lavoratori stagionali addetti all’antincendio, 1.800 operai destinati alla pulizia boschiva e al l’eliminazione delle sterpaglie. Incendi dolosi o natura inclemente che sia, nel bilancio della Regione una posta di 240 milioni di euro per la copertura di stipendi e oneri sociali è vanificata dall’incapacità di mettere a sistema investimenti, uomini e mezzi. E ciò che è accaduto nelle ultime ore potrebbe essere niente visto che l’emergenza caldo durerà ancora un paio di giorni.

Spegnimento incendi
© MICHELE NACCARI/ STUDIO CAMERA
Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto