Tedino è il nuovo allenatore del Palermo. Il ds sarà Lupo

Bruno Tedino è il nuovo allenatore del Palermo. Alla fine ha vinto Zamparini – e pochi ne dubitavano – che da buon padrone ha imposto le sue scelte. L’ex tecnico del Pordenone arriva assieme al nuovo direttore sportivo, Fabio Lupo, che nel suo recente passato vanta esperienze a Giulianova, Ascoli e Manfredonia oltre ad avere diretto il settore giovanile della Sampdoria.
Per Tedino, già allenatore delle nazionali under 16 e 17, un bel passo in avanti dopo i play off con il Pordenone. Mancata quest’anno la promozione diretta (sconfitta con il Parma in semifinale), conquista la serie B in una maniera ormai insperata. Poiché si può ipotizzare che Zamparini non abbia visto con continuità ( o forse mai) il Pordenone, è lecito credere che dietro questa nuova scommessa del patron ci sia lo zampino di Di Marzio, tra i pochi consiglieri ancora ammessi a corte.
Di Tedino si sa che, come De Zerbi, predilige i moduli offensivi che ruotano attorno al 4-3-3 e per queste ragioni avrebbe già consegnato alla società la lista della spesa chiedendo esterni d’attacco idonei alla causa e centrocampisti capaci con particolari attitudini agonistiche. La scelta di Tedino conferma ancora di più la tesi che l’influenza di Zamparini sia ancora totale e che il 30 di giugno difficilmente segnerà lo spartiacque tra un recente passato da dimenticare ed il futuro.
Il patron ha affermato che quello di Tedino è il suo ultimo regalo al Palermo. Non ce ne voglia il mister, ma le parole devono avere un senso. Se ingaggi Capello puoi parlare di ultimo regalo, altrimenti hai preso un allenatore. Non un regalo, ma il minimo sindacale per una squadra di calcio.

Pin It on Pinterest