Enna, si fingeva amica del boss per chiedere il pizzo: arrestata un’impiegata comunale

Se hai alle spalle un boss latitante come Matteo Messina Denaro è più facile chiedere soldi. È quanto avrà pensato una dipendente del Comune di Valguarnera, Maria Gabriella Arena di 51 anni, che spacciandosi per emissaria della “primula rossa” di Cosa nostra avrebbe imposto un “pizzo” da 200 mila euro a un imprenditore della provincia di Enna.

Ed è così che, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Dda di Caltanissetta, la Polizia di Stato ha arrestato ieri la donna proprio dopo che aveva incassato, nel centro commerciale di Dittaino, 25 mila euro come anticipo della “tangente”. Quota che, comunque, l’uomo avrebbe dovuto versare mensilmente. Stando alla ricostruzione dei fatti, l’imprenditore avrebbe oltretutto ricevuto una mail con gravi minacce anche per i suoi familiari.

Ancra Confcommercio: Subito micro aree ecologiche in Sicilia”

Dalle carte di credito con microchip ai bambolotti parlanti con cui giocano le bambine, dalle macchinine elettriche alle semplici prolunghe che tutti abbiamo in casa o ancora il piccolo telecomando per automazione, per fare alcuni esempi: da agosto prossimo saranno considerati RAEE ...
Leggi Tutto

“Graffiti”, a Palermo workshop di fotografia con gli spagnoli Riccardo Cases e Antonio Xoubanova

Workshop di fotografia a Palazzo Sambuca, a Palermo, con i fotografi spagnoli, di fama internazionale, Riccardo Cases e Antonio Xoubanova. L'evento, dal nome "Graffiti", rientra al'interno della rassegna Outer Circle, che si svolgerà per tutto il periodo della Biennale negli spazi di ...
Leggi Tutto
Il futuro della Sicilia sull'asse Palermo-Roma

Società a controllo pubblico, Armao: “Tema centrale nell’azione di governo”

Nell’ambito del convegno dal titolo -Le società a Controllo Pubblico- che si terrà nell’intera giornata di oggi e di domani a Villa Malfitano a Palermo, nella sessione pomeridiana odierna, con inizio alle ore 14.30, interverrà il Vice Presidente della Regione ...
Leggi Tutto

La Traccia, una spy story con venature esistenziali firmata Luciano Zaami

Perché un antiquario italiano vuole contattare il capo carismatico della resistenza al regime dittatoriale di una capitale europea? Per scoprirlo bisognerà seguire... La Traccia (o quanto meno bisognerà leggerla), il terzo romanzo di Luciano Zaami, scrittore nisseno oggi trapiantato a ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest