Enna, si fingeva amica del boss per chiedere il pizzo: arrestata un’impiegata comunale

Se hai alle spalle un boss latitante come Matteo Messina Denaro è più facile chiedere soldi. È quanto avrà pensato una dipendente del Comune di Valguarnera, Maria Gabriella Arena di 51 anni, che spacciandosi per emissaria della “primula rossa” di Cosa nostra avrebbe imposto un “pizzo” da 200 mila euro a un imprenditore della provincia di Enna.

Ed è così che, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Dda di Caltanissetta, la Polizia di Stato ha arrestato ieri la donna proprio dopo che aveva incassato, nel centro commerciale di Dittaino, 25 mila euro come anticipo della “tangente”. Quota che, comunque, l’uomo avrebbe dovuto versare mensilmente. Stando alla ricostruzione dei fatti, l’imprenditore avrebbe oltretutto ricevuto una mail con gravi minacce anche per i suoi familiari.

Massoneria, il Grande Oriente d’Italia: “Noi non nascondiamo nulla e non distruggiamo gli elenchi”

Dopo la pubblicazione della relazione della Commissione parlamentare Antimafia sugli iscritti alla Libera Muratoria collegati a vario titolo alla mafia, in Calabria e Sicilia, arriva una ulteriore presa di posizione a firma del Gran Maestro Stefano Bisi, con una nota ...
Leggi Tutto

Teatro Libero, aperte le iscrizioni per laboratori dei cast

Aperte le selezioni di attori e attrici per i laboratori dei cast di Teatro Libero. Sono due i laboratori rivolti ad attori e attrici che condurranno alla formazione dei cast del Teatro Libero di Palermo per cui sono state aperte ...
Leggi Tutto

Ponte sullo Stretto, Di Battista: “Berlusconi manda messaggio chiaro alla mafia”

''Berlusconi quando parla di Ponte sullo Stretto sta mandando un messaggio chiaro alla mafia. Qui il problema sono le strade, le ferrovie e le autostrade. La Sicilia l'ho girata la scorsa estate e i problemi sono altri''. Lo ha detto a Messina, ...
Leggi Tutto
Roberto Lagalla

Formazione, Assessorato firma protocollo per la legalità. Lagalla: “Opportunità educativa”

È stato stipulato un protocollo d’intesa tra l’Assessorato all’Istruzione e alla Formazione professionale e il “Pool antiviolenza e per la legalità dell’Inner Wheel Palermo Normanna”, ONG inserita nell’ECOSOC ROSTER, che esprime quattro rappresentanti all’ONU. L’obiettivo è quello di cooperare per la promozione ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest